Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

L’advertising nel 2006

Del: 03/10/2005

La spesa pubblicitaria globale per il 2005 sarà caratterizzata da un rialzo: lo ha annunciato Carat, parte del gruppo Aegis, che ha rivisto le sue stime.

Gli investimenti massicci nel mercato asiatico hanno trainato il settore, altrimenti in ribasso a causa dell’inflessione dello 0,4% dell’Europa (soprattutto in Germania, Regno Unito e Francia).
La Cina è stata tra i big spender a livello mondiale e la sua crescita a due cifre si pensa proseguirà il prossimo anno, passando dal 18 al 20%, mentre il 2008 sarà- secondo gli analisti- l’anno zero del Paese de Dragone.
Fra tre anni infatti si verificherà il temuto sorpasso della spesa cinese rispetto a quella europea e statunitense, che fino ad ora hanno fatto la parte del leone nel mercato advertising mondiale. E dopo tre anni di crescita negativa, anche in Giappone si sta registrando un incremento della spesa in advertising, anche grazie al World Expo 2005.
Il prossimo anno invece i Mondiali di Calcio in Germania e- in misura meno impattante- le Olimpiadi Invernali di Torino, porteranno gli investimenti in advertising a una leggera crescita, stimata intorno al 4,8% per l’Europa (il nostro Paese farà un salto dal 2,7% di quest’anno al 4,7%, contro al balzo indietro previsto per il mercato spagnolo).
Rispetto agli anni passati, l’economia inglese sarà più lenta rispetto alle aspettative, ma ancora sotto controllo e relativamente solida.
L’Europa centrale invece nel 2006 registrerà un’impennata del 10% e la Russia confermerà la sua posizione al sesto posto nei mercati più floridi d’Europa, dietro la Spagna.

“Stiamo assistendo ad alcuni importanti cambiamenti nelle assegnazioni dei budget pubblicitari.- afferma Robert Lerwill, chief executive di Aegis Group- Il livello di spesa nella pubblicità televisiva è cambiato, la spesa nell’adv su stampa sta diminuendo e i budget si stanno spostando sul web. La spesa per l’online è cresciuta e un analogo incremento è previsto anche nell’outdoor entro fino anno”.

 

 
 

Business Video