Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

New marketing generation

Del: 11/10/2005

Si sente spesso parlare dell’evoluzione del marketing in termini strategici e operativi, dell’utilizzo di nuovi approcci al mercato, che prevedono la messa in campo di strumenti e competenze in continuo cambiamento. Meno si parla di come nel tempo deve cambiare la preparazione culturale degli uomini e delle donne che oggi nel marketing lavorano.

La job mission che una volta era di pertinenza del direttore marketing oggi, in molti ambiti professionali, deve necessariamente essere ripartita tra più funzioni. Un passaggio non semplice da gestire in azienda, proprio perché richiede la ricerca di competenze diverse, che devono imparare a lavorare insieme.
Certo è che in molte aziende poter gestire all’interno tutte queste competenze rischia di creare inefficienze dal punto di vista economico e organizzativo.
D’altro canto l’integrazione di visioni dello stesso problema da diverse angolature diventa indispensabile per poter pianificare strategie di approccio al mercato ben definite.

In questa evoluzione ormai in atto il ruolo del consulente diventa ancora più poliedrico e a chi opera nella specifica consulenza di marketing si chiede di saper rispondere in modo nuovo a diverse problematiche.

“La nuova generazione del marketing –commenta Marco Santambrogio, managing director di VALUE LAB, società di consulenza e IT solutions specializzata nelle aree del Marketing, del CRM, delle Vendite e del Retailing- deve allargare il proprio campo di competenze culturali e tecniche per poter rispondere alle sempre diverse richieste del mercato. Questo si esprime al meglio in una società di consulenza come la nostra che ha il proprio punto di forza proprio nell’integrazione al proprio interno di diverse professionalità. L’esigenza di lavorare sui progetti in team congiunti dove operano professionisti provenienti dal mondo del management, dell’informatica, della statistica e della comunicazione, è oggi un’esigenza primaria che emerge proprio dalle richieste dei clienti”.

Quello che le aziende richiedono sono progetti di Micromarketing, che consentano di avvicinarsi al mercato con uno sguardo concreto, preciso, in qualche modo scientifico, individuando strategie di sviluppo e di marketing che permettano di migliorare la propria performance e, di conseguenza, il vantaggio competitivo nei confronti dei concorrenti.

“Tutto questo –prosegue Santambrogio- si sviluppa grazie all’osmosi di conoscenze diverse, di approcci differenti a un unico problema, che permettono una vista di insieme allargata e completa. Individuare persone in grado di lavorare in questo modo non è così banale, ma è indispensabile oggi per offrire una consulenza di marketing valida e concreta. Quello che chiediamo a chi viene a lavorare in Value Lab è di avere innanzitutto una lucidità di pensiero per non disperdersi nelle analisi: bisogna saper partire dalle azioni da effettuare, risalire alle decisioni da prendere e conseguentemente mirare la raccolta di dati e scegliere l’approccio e le tecniche analitiche più adeguate. A queste caratteristiche vanno aggiunte delle ormai imprescindibili competenze tecniche per estrarre conoscenza di marketing dal Customer Data Base adeguatamente integrato ed arricchito : capacità di segmentazione, profilazione e scoring della clientela (utilizzando statistica e data mining), capacità di effettuare analisi geografiche (sfruttando le potenzialità del geomarketing), intelligence allargata sulle possibili azioni e leve di marketing mirate, conoscenza approfondita ed aggiornata delle fonti informative, dimestichezza con l’information technology, capacità di modellazione e gestione di data base”.

In generale, il profilo di competenze dell’uomo marketing evolve e vengono esaltate le competenze manageriali integrate di Customer management (marketing, sales, comunicazione, servizio, logistica), la dimestichezza dell’approccio quantitativo ai temi di marketing, la conoscenza dell’Information e Communication Technology per poterne sfruttare le potenzialità, la capacità d’integrazione con il controllo di gestione ed i sistemi informativi.

 
 

Business Video