Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

Valore strategico del Web per le PMI

Del: 06/12/2005

Per gentile concessione di Business Online.

Fonte dell’articolo è il sito ShinyNews.

Tutte le aziende parlano dell’e-business come una possibilità in più per porsi sul mercato in modo concorrenziale.
Poche aziende, però, hanno capito quale trasformazione radicale comporti, in meglio, l’e-business. Infatti, non si tratta soltanto di avere una vetrina sul Web o di realizzare un sito di e-commerce. L’e-business è una prospettiva nuova e completamente diversa di fare impresa.

Il cambio di mentalità
Prima di tutto, fare e-business comporta un cambiamento completo delle procedure interne ed esterne aziendali. Significa ri-progettare l’impresa pensandola come un’impresa totalmente informatizzata. I computer e la rete non sono più un accessorio utile, ma il cuore del funzionamento produttivo dell’attività. Tutti i dipendenti devono essere coinvolti in questo cambiamento di mentalità. L’e-business è un’operazione non semplice e nemmeno immediata, ma da costruire nel tempo con rigore e pazienza, coinvolgendo gli interni, cioè i dipendenti, ma anche gli esterni, cioè i fornitori e i clienti.

L’e-business interno
Per quanto riguarda gli effetti dell’informatizzazione dell’impresa all’interno della stessa, i vantaggi sono essenzialmente riassumibili in pochi parametri: abbattimento dei costi nel medio-lungo periodo, maggiore efficienza aziendale, miglioramento della qualità, aumento della produttività. L’operazione, in sostanza, prevede che siano resi digitali tutti i processi aziendali possibili: comunicazione interna ed esterna, gestione del ciclo di vita del prodotto o servizio, organizzazione del personale e amministrazione degli affari generali, della contabilità, del magazzino.

L’e-business esterno
Trasformare la propria azienda in un’azienda Web significa anche allargare i confini dei processi aziendali verso l’esterno. Utilizzare Internet per fare e-business permette di ampliare il mercato tradizionale e di esplorare nuovi mercati a bassi costi, riduce le spese aziendali complessive, crea nuove possibilità di marketing e comunicazione, migliora i rapporti con i clienti e i fornitori. Oltre agli aspetti più visibili, l’azienda Web utilizza procedure automatizzate e comunque digitali in tutte le relazioni di lavoro in cui è possibile farlo. Estende la propria rete interna fino a creare una rete esterna – strettamente integrata con quella interna – che coinvolge da una parte i fornitori e i loro processi, dall’altra i clienti e i loro processi.


Non solo servizi e informazioni
A torto si ritiene spesso che la formula dell’e-business sia applicabile soltanto a quelle attività che trattano beni immateriali o servizi, o puramente commerciali. Si confonde l’e-commerce (il commercio digitale) con l’e-business (fare impresa digitale). La sfida della competitività si gioca nell’e-business anche e soprattutto per chi produce beni materiali. Non si tratta di aprire un sito di vendita online o di usare la posta elettronica nelle comunicazioni interne ed esterne. Si tratta di cambiare in profondità il proprio processo produttivo, automatizzandolo e rendendolo digitale.

La produzione informatizzata
Quando si procede alla digitalizzazione dell’impresa e dei suoi processi, infatti, la catena produttiva diventa informatica, si abbattono i tempi di comunicazione, si riducono le scorte di magazzino, si migliora e si rende più efficiente il rapporto con il cliente e il fornitore. Con le differenze che le diverse attività ovviamente richiedono, la catena produttiva di beni può comunque essere riassunta in questo schema:
» ordine d’acquisto del cliente
» verifica della disponibilità a magazzino
» avvio del processo di spedizione
» rinnovo ordine delle materie o dei semilavorati al fornitore
» messa in produzione delle materie o dei semilavorati a magazzino

In un’impresa digitale, tutte queste singole operazioni possono partire in automatico, via Internet, praticamente in tempo reale. Se i parametri sono stati impostati a dovere, le scorte di magazzino possono essere ridotte a quelle necessarie per coprire gli ordinativi a una settimana.
I parametri possono essere ricalcolati secondo cadenze fisse con il minimo disturbo.
 
 

Business Video