Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

I regali si fanno...prepagati

Del: 23/12/2005

Sempre meno regali per gli italiani: lo rivelano numerosi sondaggi, che ritornano puntuali a ridosso delle feste. Fra i doni più agognati televisori al plasma e telefonini di ultima generazione, che troveranno sotto l’albero di Natale solo in pochi fortunati.

La grande novità del Natale 2005 è invece rappresentata dalle gift card, le carte di pagamento prepagate. Un fenomeno, quello delle prepagate, consolidato da anni negli Stati Uniti, dove vengono spesi nel settore tra i 40 e i 45 miliardi di dollari: a Natale scorso sono stati spesi in gift card oltre 17,3 miliardi di dollari, pari all’11% dello shopping natalizio.

Sempre più apprezzate dagli italiani, in queste settimane, complice lo shopping natalizio, le vendite di gift card hanno assunto un’impennata significativa. Evidenti i loro vantaggi: offrono un servizio personalizzato, possono essere utilizzate con la massima sicurezza nelle transazioni, ma soprattutto hanno un costo contenuto e fisso, sia all’atto dell’emissione sia al momento della ricarica.

E se gli americani a Natale regalano prepagate per affittare dvd Blockbuster, fare la spesa da Wallmart e scaricare musica online, in Italia vanno forti le card emesse dalle grandi compagnie petrolifere e da televisioni private, per l’acquisto di partite pay per view.

“Ci sono fette di consumatori, soprattutto giovani, che sanno apprezzare i vantaggi che le gift card possono offrire- commenta Fabrizio Canedoli, Direttore Mercato di SSB, Società per i Servizi Bancari- quali la possibilità di controllare il livello di spesa senza sforare il budget a disposizione, la semplicità ed immediatezza del mezzo che non richiede l’appoggio di un conto e, infine, la possibilità di poter disporre di sconti e premi collegati alle iniziative di marketing”.

Ed è dei primi giorni di dicembre l’ultima novità del settore, RegalaCard, la prepagata lanciata da Mastercom per ritirare regali o avere sconti presso negozi e centri commerciali.

Il vero tormentone del Natale è però la versione Xbox di PostePay- la carta di Poste Italiane realizzata con Microsoft per pagare videogiochi online- che moltissimi ragazzini hanno già chiesto a Babbo Natale…via e-mail!

                                                                  Rossella Ivone

 
 

Business Video