Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

Adv... da strada per Ikea

Del: 12/01/2006

La modestia e la fantasia di Ikea, colosso mondiale dell’arredamento a buon mercato, colpiscono ancora.
Facendo leva sull’effetto sorpresa e sull’originalità della sua proposta, l’azienda svedese ha riempito con il claim "Una piccola fabbrica che fa una grande differenza" alcune delle più grandi città del mondo, scatenando l’interesse della gente di strada.
Scartando le tradizionali affissioni e l’adv classico, l’operazione ha puntato tutto sul più comodo … post it.

Per far testare la resistenza dei suoi materiali e far toccare con mano la loro buona qualità, Ikea ha tappezzato gli arredi urbani - dai contenitori per i rifiuti alle panchine - di coloratissimi tessuti, senza alcun riferimento al brand, se non il claim e il logo dell’azienda, scritti appunto su piccoli post it.

Immediata la risposta dei consumatori che hanno apprezzato l’iniziativa, volta - secondo le intenzioni dell’impresa - a rendere più vivibili le città e a ridare loro la giusta dose di umanità, ma anche ad avvicinare ulteriormente la gente comune al marchio, che oggi viene percepito a livello mondiale come uno dei più amati.

Così la caccia all’oggetto rivestito coi tessuti Ikea ha scatenato molti consumatori, che dalla Svezia al Brasile hanno voluto condividere - attraverso i blog - le loro scoperte, dalle pareti bianche rivestite con campioni di stoffe a righe, fino ai sellini fiorati delle biciclette, ribattezzate per l’occasione “bikea”.

L’idea di realizzare campagne pubblicitarie attraverso un materiale povero e comune come il post-it non è nuova per l’azienda svedese, che nell’aprile scorso ha incollato sulle pareti delle metropolitane parigine una moltitudine di foglietti gialli con l’invito a staccarli e presentarsi presso gli Ikea Stores francesi per partecipare a un concorso e vincere 15mila euro in buoni acquisto.

Mantenere un tono basso e lavorare su forme alternative e di contatto con l’uomo della strada è del resto da sempre la filosofia della multinazionale fondata da Ingvar Kamprad nel 1943.

Una filosofia vincente, stando ai numeri: oggi Ikea conta 84mila dipendenti, 226 negozi in 32 Paesi e un catalogo di 12mila articoli, per un fatturato di oltre 15mila miliardi di dollari, in crescita del 24% rispetto a un anno fa… dati che hanno ben poco a che vedere con l’advertising low profile del brand.

                                                                     Rossella Ivone

 
 

Business Video