Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

Galbani, una....Bellidea

Del: 03/02/2006

La metodologia
Definizione del progetto: documenti forniti dal cliente e check-list.
La prima fase del progetto di naming affidato a Nomen che ha portato alla creazione del nome per il nuovo formaggio cremoso Certosa è stato la raccolta delle informazioni necessarie per tracciare le linee guida della ricerca.

Ai documenti di marketing briefing forniti da Galbani è seguita la check-list, un approfondito questionario in cui i responsabili del progetto all’interno dell’azienda vengono coinvolti per far emergere tutte le informazioni relative al prodotto finalizzate alla ricerca del nome e tutte le aspettative legate al nome e alla sua tipologia (suono, forma, significato).

Compiti di comunicazione del nome
In seguito a queste prime indagini vengono definiti i compiti di comunicazione del nome.
L’obiettivo era trasmettere con il nome l’idea di una nuova crescenza gustosa ma nello stesso tempo leggera e sana, nutriente e cremosa come uno yogurt.
Era importante esaltare anche la componente funzionale del nuovo prodotto, un pratico minipasto in confezione monodose che invita al consumo al cucchiaio.

Creazione, selezione e presentazione
La prima fase creativa si è svolta attraverso un gruppo di brainstorming animato secondo tecniche associative e proiettive, composto da persone poliglotte, di vasta cultura e provenienti da diverse realtà socio-demografiche. Grazie all’esperienza e al metodo di Nomen, il gruppo ha generato più di un migliaio di nomi.
Successivamente, il team Nomen incaricato del progetto ha svolto una prima selezione di adeguamento marketing.
È stata presentata e discussa con il marketing team Galbani una prima rosa di nomi per scegliere tra di essi quelli più interessanti e delineare insieme i concetti da sviluppare nella successiva fase di affinamento creativo.
La seconda fase di ricerca di nomi si è avvalsa quindi dei namewriters che lavorano in esclusiva per Nomen e che hanno creato un ulteriore gruppo di nomi da selezionare, presentare e discutere con il team Galbani. Scelta dei nomi finalisti, verifiche giuridiche, vendita del copyright per un nome e deposito.
Al termine delle presentazioni si è ottenuta una rosa di nomi finalisti, che sono stati verificati dal punto di vista giuridico nella classe alimentare di riferimento.
In base alla disponibilità dei nomi verificati e a un’ulteriore fase di selezione interna, Galbani ha scelto il nome Bellidea per identificare il nuovo prodotto.
Il progetto si è concluso con la vendita del copyright per il nome Bellidea e il suo deposito nel registro dei marchi.

Bellidea è un nome allegro e positivo, adatto ad un target composto da persone giovani e dinamiche, attente al loro benessere, che non rinunciano al gusto e alla praticità.
Bellidea è facile da leggere e da memorizzare, la sonorità morbida e accogliente, trasmessa dalla finale in A e dal dittongo EA, è coerente con la consistenza unica, cremosa e vellutata, della nuova Certosa Galbani.
Il nome Bellidea racchiude tutto il piacere del nuovo formaggio cremoso Certosa, un break prêt-à-manger gustoso, sano e nutriente.


                                                              Deborah Masetto
                                                  info@nomen.it

 

 
 

Business Video