Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

IBM, la storia dell’informatica

Del: 09/02/2006

Mercato
A partire dall’inizio degli anni ’90 l’orientamento del mercato mondiale dell’information technology è stato quello di una graduale convergenza e armonizzazione delle sue tradizionali componenti dell’hardware, del software e dei servizi in un più ampio concetto di soluzione che crea e trasferisce valore.

Il processo di integrazione ha visto il comparto dei servizi - tecnologici, applicativi e consulenziali - aumentare progressivamente la propria contribuzione al giro d’affari complessivo che si è ormai attestata su valori attorno al 50 per cento.

Negli ultimi anni il mercato ha evidenziato dinamiche di crescita differenti nelle varie aree geografiche, riflettendo in gran parte i ritmi evolutivi delle economie dei diversi Paesi.
Questo ha portato, in particolare, a una sensibile contrazione degli investimenti in Italia che, nel triennio 2002-2004, ha raggiunto i sei punti percentuali riducendo il valore complessivo del mercato a circa 19.300 milioni di euro.
Continua quindi a crescere il ritardo del nostro Paese nei confronti non solo degli Stati Uniti (+4,6 per cento nel 2004) ma anche dell’area dell’euro (+2,4 per cento).
In Italia prevale, soprattutto tra le aziende di medie e grandi dimensioni, un atteggiamento di cautela nella spesa in information technology, con investimenti prevalentemente orientati a progetti per la razionalizzazione e la sicurezza delle infrastrutture e l’ammodernamento dei sistemi gestionali.

Risultati
La IBM è la prima azienda di information technology del mondo. Presente in 170 paesi, ha un organico di oltre 320mila unità e ha conseguito, nel 2004, un fatturato di 96,3 miliardi di dollari con un utile netto di 8,4 miliardi di dollari.

Dal 1916, la società distribuisce ininterrottamente un dividendo trimestrale agli azionisti. La IBM è prima per fatturato nei segmenti dell’hardware, dei servizi e del finanziamento IT. In particolare l’azienda è leader nei sistemi server, di cui possiede circa un terzo del mercato. Nei servizi è prima nell’outsourcing, nell’e-business hosting e nella consulenza, in cui opera con gli oltre 60 mila professionisti della Business Consulting Services.

Nel software, in cui occupa il secondo posto per fatturato complessivo, è leader nei prodotti middleware. Sono clienti IBM le prime cento banche del mondo e i governi e le pubbliche amministrazioni di 58 paesi, in cui risiede il 75 per cento della popolazione mondiale. Inoltre, la maggior parte delle transazioni con carta di credito viene effettuata su infrastrutture IBM.

In Italia la IBM è a capo di un gruppo di una ventina di aziende che fatturano, nel nostro Paese, quasi tre miliardi di euro l’anno. La frammentazione del nostro tessuto industriale attribuisce un ruolo determinante alla qualificata rete di circa 2000 business partner che garantiscono la copertura territoriale e integrano l’offerta IBM con specifiche soluzioni a valore.


Allegati:
Case history-IBM

 
 

Business Video