Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

Duke of York Square

Del: 09/02/2006

Il Duke of York Square, a Londra, è un piccolo city mall urbano, nel quartiere trendy di Sloane Square e King’s Road, un raro esempio di recupero nei quartieri centrali, non come più spesso accade di un quartiere periferico industriale abbandonato.

La piccola piazza era un tempo sede prima di una accademia militare e poi delle Forze Ausiliarie. Il progetto architettonico ha recuperato buona parte delle strutture preesistenti, integrandole con elementi che richiamano la significativa storia del luogo.
In particolare la pavimentazione usa la pietra di York e nel suolo sono state incastonate alcune copie in bronzo della moneta utilizzata nel 18° secolo per il pedaggio di attraversamento della strada.

Il mall oggi conta su una trentina di esercizi commerciali e di ristorazione, fra i concept particolarmente innovativi troviamo Michel Guilllon.
In un contesto distributivo che a volte sembra focalizzarsi troppo sugli occhiali come accessori per lo più estetici, Michel Guillon, un esperto francese, ha optato per un piccolo negozio di 150 mq dedicato alla cura della vista.

Il concept punta su competenze ottiche molto professionali e su un approccio altamente personalizzato.
L’utilizzo di apparecchiature sofisticate e all’avanguardia per effettuare esami che normalmente non vengono proposti dai negozi di ottica, consente di raggiungere soluzioni inaspettate anche nei casi più complessi.

Fra i servizi proposti anche interventi di chirurgia ottica (realizzati però in uno studio esterno) e la consulenza per integratori alimentari (personalizzati) per stimolare le capacità visive.

Lo studio KRD ha progettato uno spazio all’insegna del vedere: "look, don’t touch" è l’approccio volto a ridare dignità a un oggetto (gli occhiali) che rischia di essere sempre più banalizzato e massificato, e a una relazione (cliente-negoziante) che va valorizzata con un rapporto consulenziale fortemente personalizzato.

In design rigoroso e minimalista utilizza due colori: l’azzurro intenso, per le pareti, e il bianco, per le 462 nicchie espositive, che occupano un’unica parete dal pavimento al soffitto.

Ogni nicchia contiene un solo paio di occhiali, è illuminata dal basso, ed è mobile: a turno esce dalla parete, resta un po’ fuori, e poi rientra. L’effetto molto particolare creato è ben visibile anche dall’esterno e stimola i curiosi ad entrare.

Interessante è anche lo schermo "touch screen" che consente al cliente di fotografarsi con occhiali diversi e poi rivedersi subito per confrontare il proprio look con le diverse montature.
Marche e prezzi dei prodotti sono in linea col posizionamento alto del city mall, e soprattutto con l’elevato livello di servizio offerto.

                                                                                 Fabrizio Valente
                                                                                  Partner Kikiab
                                                                                  www.kikilab.it 

 
 

Business Video