Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

I punti chiave dell’adv 2006

Del: 09/03/2006

Il 2006 non sarà per la comunicazione un anno fondamentale perchè i cambiamenti più importanti sono già in atto; sarà però un momento in cui in vista del futuro della comunicazione le tendenze al cambiamento verranno rinforzate seguendo sei aspetti:


» Internet oggi rende possibile, cosa precedentemente inimmaginabile, una comunicazione da tutti verso tutti. Non ha niente a che vedere con la democrazia, come ci capita di leggere, ma consiste invece nel dare a ciascuno i mezzi concreti per comunicare nello stesso tempo con l’insieme delle persone dovunque nel mondo.

» Questi cambiamenti nel paradigma della comunicazione sono all’origine dell’incredibile successo dei blog, destinati a moltiplicarsi sotto forme diverse come la creazione di comunità virtuali specifiche e di reti sociali e con effetti secondari come l’incertezza sulla qualità delle informazioni comunicate, l’informazione spazzatura… Una comunicazione efficace dovrà imparare a gestire questi aspetti.

» Il terzo aspetto di questa nuova costruzione della comunicazione consiste in quella che io definirei sensibilità all’ascolto: la comunicazione inserita in Internet da chiunque, espandendosi in modo incontrollabile, può dare una considerevole e improvvisa notorietà a chi l’ha prodotta. Ecco un esempio dalla Francia: l’incredibile successo di un piccolo film d’animazione, “La democrazia francese” di Koulamata, che tratta dei recenti avvenimenti nelle periferie di Parigi. Attenzione però: questa percezione è spesso effimera.

» Mi pare che la stampa tradizionale abbia difficoltà ad evolversi di fronte a questi mutamenti di paradigma. Temo che troverà sempre maggiori difficoltà, a meno che non riesca a innescare nuove formule di interazione con queste tendenze, creando reali sinergie dentro lo spazio sia cartaceo che virtuale.

» L’arte più creativa dei nostri giorni, quella élitaria, utilizzerà sempre di più queste fondamenta come materiale della creazione stessa, così come ciò che gli artisti metteranno in scena sarà in primo luogo la comunicazione medesima.

» Tutti questi aspetti ritengo che debbano essere presi in considerazione da coloro che oggi fanno il mestiere di comunicatori, abbandonando il modello industriale di comunicazione, ormai obsoleto.

                                                                        Jean-Pierre Balpe
                                                                       artista multimediale
 
 

Business Video