Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

Diesel Kids sulle tracce del tesoro

Del: 14/03/2006

Il filo conduttore della nuova campagna pubblicitaria per la collezione Diesel Kids primavera/estate 2006 è lo spirito d’avventura. La location scelta per il servizio fotografico dell’americana Melodie MacDaniel è Barcellona. Pianificata sulle principali testate giornalistiche italiane e sviluppata internamente dal Diesel Creative Team, la campagna è caratterizzata da colori e soggetti vivaci.

L’idea è quella di un gruppo di giovani ragazzini che intraprende un viaggio alla scoperta del mondo a stretto contatto con la natura selvaggia, dormendo e bivaccando all’aria aperta.

Il fascio della vita da nomade attira tutti, grandi e piccini: un modo di vivere senza costrizioni e senza regole, ogni giorno diverso. È proprio questo il perno attorno al quale ruota non solo la campagna Diesel Kids 2006, ma tutta la collezione dedicata alla tribù dei più piccoli proposta per la bella stagione: non c’è un periodo dell’anno che esprime, meglio dell’estate, il senso di benessere e di libertà che si prova stando all’aria aperta.

I ragazzi Diesel Kids amano giocare al sole, rotolarsi nel fango, salire sugli alberi e dormire in tenda; fanno ciò che più gli piace, liberi da condizionamenti e lontani dalle pressioni della vita moderna. I più grandi sono i leader del gruppo, infondono coraggio al resto del gruppo, guadano i ruscelli ed esplorano la zona. Bulli e pupe: se i maschietti sono impavidi, le ragazze dimostrano tutta la loro femminilità mantenendo uno stile libero e ribelle.

La loro casa è un rifugio rustico con mobili abbandonati, bauli antichi e vecchi materassi. L’ambiente che li circonda si trasforma come per magia in un paese delle meraviglie: così il tronco di un albero diventa il nascondiglio di un sacco pieno d’oro e una trono regale prende il posto della logora poltrona.

Una campagna pubblicitaria e una collezione moda per vivere in piena libertà, che fa sognare tutti i ragazzini e fa venir voglia ai loro genitori di tornare bambini.

Federica Mazza

 
 

Business Video