Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

Un nuovo modo di pensare l’arte

Del: 30/03/2006

Quando la tecnologia incontra l’arte: Alfa Brera, un coupè che fin dall’inizio nasce come sintesi tra l’armonia di forme e volumi e l’eccellenza motoristica Alfa Romeo, per dare vita a una vettura bella, potente e solida. Il suo debutto in pubblico risale al 2002, quando, ancora come concept car, ruba la scena al Salone di Ginevra, conquistando il titolo di “Best of Show” e, quindi, il diritto di trasformarsi in una dream car reale.

Arte e tecnologia: il rimando continuo a quello che non è dualismo ma complementarietà è sottolineato già nel nome, che in tutto il mondo evoca i capolavori artistici di una pinacoteca che è tra le massime istituzioni artistiche italiane, ma anche una prestigiosa accademia dove nascono le nuove linee di design. E non è un caso che Giorgetto Giugiaro, dalla cui geniale creatività nasce Alfa Brera, abbia tratto la sua ispirazione proprio dai suoi studi all’Accademia Albertina di Torino, lavorando, sono le sue parole, “intorno ad un concept di auto contemporanea, elegante, raffinata, essenziale, capace di far suo l’humus della Marca e della sua storia, esprimendo evoluzione tecnologica: requisiti, questi, propri dell’eleganza e della classicità, dei manufatti concepiti per durare nel tempo”.

Ecco ribadito il fil rouge che con Alfa Brera ci fa giocare tra arte e tecnologia, in uno splendido connubio che oggi trova conferma nella scelta di sponsorizzare l’undicesima edizione di MiArt, la Fiera Internazionale d’Arte Moderna e Contemporanea che si svolge a Milano a partire dal 30 Marzo. Dopo i successi ottenuti dalle presentazioni della nuova vettura in città artistiche come Torino, Milano e Roma, Alfa Romeo ha deciso di proseguire il suo percorso di avvicinamento al mondo della creatività e della bellezza artistica allestendo una Vip Lounge di 192 metri quadrati all’interno di una delle più grandi mostra-mercato in Italia e l’unica a presentare tre distinti settori, dalle avanguardie storiche a quello che di più innovativo offre la scena artistica contemporanea.

Come di fronte ad una scultura si è colpiti dalla maestosità delle linee, così di fronte alla neo-nata di casa Alfa Romeo si è colpiti dall’eleganza italiana, uno stile assolutamente unico ed irripetibile che preannuncia il piacere di una guida sportiva, nel pieno rispetto della pura tradizione Alfa. Un’anteprima di emozioni ad alta intensità destinata ad un target esigente, di chi ama il bello e apprezza l’arte, di chi fa parte di un’élite di pensiero che sa capire il valore delle cose.

A chi fa parte di questo mondo, Alfa Brera dedica la sua bellezza e il suo fascino, opera d’arte che si fa splendida realtà per il piacere di chi sa apprezzare la guida di un’auto sportiva, l’eccezionale qualità e il comfort di una vettura di lusso.

"Alfa Brera è uno di quei rari casi in cui il lavoro del designer, proprio come un’opera d’arte, è di così alto livello che il passaggio dal prototipo al prodotto finito è avvenuto con aggiustamenti davvero minimi", afferma Antonio Baravalle, President Brand Alfa Romeo, "dando vita a un’Alfa di razza sulla quale abbiamo portato ai massimi livelli quel patrimonio fatto di stile, innovazione tecnica, piacere di guida proprio di tante gloriose progenitrici".

 

 
 

Business Video