Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

Marketing...in volo

Del: 21/04/2006

Quando si dice “lanciare un prodotto” con efficacia. Un’agenzia francese di street marketing, creatrice del blog Culture Buzz, l’ha preso in parola.

E, per il lancio di una nuova bibita energizzante, ha realizzato la prima operazione di fly-marketing al mondo.
Un’operazione tutta scoprire, soprattutto per l’esilarante epilogo.

“Uno dei problemi dello street marketing- hanno commentato gli ideatori dell’iniziativa- sta nello scarso raggio d’azione, che spesso si riduce a una strada, a una piazza o un passaggio pedonale. Il fly marketing dà invece la possibilità di allargare i confini geografici, con ricadute superiori in termini di visibilità e brand awarness.”

Semplice il concetto alla base del fly marketing: servirsi di un elicottero per lanciare campioni prova di un prodotto, come si fa con gli aiuti umanitari, solitamente lanciati dal cielo.

“Con il fly marketing- sottolineano da Culture Buzz- oltre a stupire i consumatori con un mezzo mai sperimentato in precedenza, si possono distribuire rapidamente i campioncini su una superficie estesa, incrementando l’efficacia dell’ operazione e riducendone tempi e costi.

Detto fatto: il primo aprile scorso, intorno alle 18, due Ecureuil AS 355 biturbine, messi a disposizione da una società specializzata nel noleggio di velivoli, hanno sorvolato l’undicesimo arrondissement della capitale francese, lanciando lattine di Pink Tiger, la bibita in promozione.

Secondo quando riportato dal sito Culture Buzz, solo il 10% delle lattine lanciate non ha resistito all’impatto col suolo (contro le previsioni dell’8%), mentre tutte le altre sono state raccolte dai passanti che- tra l’ilarità e lo stupore- hanno bevuto Pink Tiger e si sono ripresi dallo spavento, grazie ai suoi ingredienti super energizzanti.

“ I danni provocati dal lancio delle lattine, sono stati piuttosto limitati- si sono affrettati a commentare i responsabili di Culture Buzz - abbiamo registrato solo qualche parabrezza rotto, un po’ di vetri in frantumi e una quindicina di feriti in modo lieve. Possiamo dirci soddisfatti dei risultati ottenuti e siamo già stati chiamati da altre società per operazioni simili.”

Fin qui la cronaca dell’evento, documentato con foto e testimonianze su Culture Buzze, nonostante aspre critiche da parte degli utenti. Finchè qualcuno, nei giorni scorsi, ha notato la coincidenza fra il lancio di Pink Tiger e il 1° aprile.

Così finalmente, incalzati dagli utenti della Rete, i burloni di Culture Buzz hanno rivelato l’arcano: l’operazione di fly marketing in realtà è stata solo uno scherzo, vetri rotti e parabrezza in frantumi sono stati realizzati ad hoc per le foto, così come il lancio di barattoli di Pink Tiger, rigorosamente vuoti.

E se l’evento si è dimostrato solo un pesce d’aprile, la curiosità scatenata, ha portato al fly marketing una notorietà senza precedenti, tanto che alcuni l’hanno definita come la migliore burla online di ogni tempo!

                                                               Rossella Ivone

 
 

Business Video