Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

Aurora per la cultura

Del: 26/04/2006

Ben ventotto preziosi modelli storici costruiti tra il 1950 e il 1952 – restaurati per l’occasione e da tempo non visibili al pubblico – nove macchine interattive realizzate a grandezza d’uomo - da smontare, ricostruire e azionare - a cui si aggiunge lo splendido aliante sospeso sopra l’ingresso della sezione interattiva, numerosi pannelli e un accurato repertorio iconografico.

Sono queste le premesse per un’esperienza tutta da vivere al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia dove oggi, in collaborazione con Aurora Assicurazioni, è stato inaugurato – nell’ambito del progetto “Cantiere Leonardo” – il nuovo i.lab Leonardo.

L’apertura al pubblico è stata lo scorso 22 aprile e sono stati studiati specifici percorsi sia per i visitatori sia per le scuole.

Sono intervenuti Fiorenzo Galli, Direttore Generale del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia, Gianmaria Restelli, Responsabile Comunicazione ed Eventi Aurora Assicurazioni, Claudio Salsi, Soprintendente Castello Sforzesco, Salvatore Foscarini, Dirigente presso l’Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia.

“Prosegue la riorganizzazione della nostra struttura – spiega Fiorenzo Galli – con una politica culturale che coinvolge Istituzioni e Privati e consolida le capacità professionali del team operativo del Museo nel rivolgersi al suo pubblico, sempre più numeroso e differenziato”.

“Poter sostenere attivamente lo sviluppo della cultura a Milano - sottolinea Gianmaria Restelli - attraverso un progetto educativo chiaro ed efficace: è questa in sintesi la ragione che ha portato noi di Aurora Assicurazioni a supportare sinergicamente il Museo in questa grande valorizzazione della figura di Leonardo”.

Salvatore Sutera e Claudio Giorgione, rispettivamente Coordinatore e Curatore dell’i.lab, hanno poi illustrato alla stampa e agli ospiti l’aera interattiva e la sezione storica.

“Con questo progetto – sottolinea Salvatore Sutera – diamo al nostro pubblico la possibilità di vivere un sogno: incontrare Leonardo al Museo. E lo facciamo partendo dalle tante macchine che lui ha pensato e che il Museo ha voluto realizzare proprio con lo scopo di essere utilizzate. La sperimentazione diretta avvicina la conoscenza”.

 
 

Business Video