Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

Italiani in Rete

Del: 26/04/2006

Continua a crescere il consumo di Internet in Italia: i dati di marzo 2006 evidenziano una crescita del tempo di connessione per navigatore e del numero di sessioni attivate non solo rispetto al mese di febbraio, ma anche a quello di gennaio, un mese tradizionalmente caratterizzato da un forte utilizzo del Web.

A marzo ciascun utente si è connesso per 14 ore e 30 minuti (+6% rispetto a gennaio) attivando 26 sessioni nel mese (2 in più rispetto a gennaio).

Rimane stabile l’utenza: 17,9 milioni di italiani hanno visitato almeno un sito Web nel mese (+2% rispetto a febbraio).
Sono 13,3 milioni gli utilizzatori delle applicazioni Internet, ossia i software per lo streaming, il download di musica e video, gli instant messenger.
In questo ambito il tempo medio per persona è stato a marzo di oltre 4 ore, quasi 15 minuti in più rispetto a gennaio.
Rispetto al mese di marzo del 2005, gli utenti delle applicazioni sono cresciuti dell’11% e il tempo medio per persona del 24%.

Quali sono stati i siti più consultati dagli italiani?
Accanto ai sempre frequentati portali, siti di news e di intrattenimento, a marzo gli internauti hanno intensificato la presenza sui siti della pubblica amministrazione (+5% rispetto a febbraio), sui siti di travel (l’audience di questi siti cresce del 6% rispetto a febbraio) e sui siti dedicati alla famiglia, alla casa, al benessere e all’alimentazione.

A marzo circa 10 milioni di italiani, che corrispondono ad un navigatore su due, si sono connessi ad un sito della Pubblica Amministrazione.

La penetrazione dell’e-Government nel Web italiano da sempre posiziona l’Italia tra i primi paesi in questo settore in Europa.
Il cittadino digitale cerca su questi siti l’aggiornamento normativo, le informazioni sugli iter burocratici, scarica i moduli per la dichiarazione dei redditi e si interfaccia sia con le istituzioni centrali sia con le realtà locali, come i siti dei comuni e delle regioni.

A marzo la ricerca di informazioni in vista delle elezioni politiche ha contribuito a far rilevare il livello di audience più alto mai registrato per la categoria.
Vivace la consultazione di quasi tutti i siti delle due coalizioni.
I più visitati per i due schieramenti sono stati Forza-Italia.it e Dsonline.it... e sul web la vittoria di misura è andata a Forza-Italia.it con 260 mila utenti contro i 245 mila di Dsonline.it!

Alta anche la voglia di viaggi: 8,4 milioni di persone hanno visitato un sito di travel nel mese di marzo, il 42% di tutti i navigatori italiani. 

In questo caso si tratta del livello di audience più alto mai raggiunto dalla categoria, superando persino l’audience dei mesi estivi, considerati quelli di “punta” per il settore dei viaggi.
Durante il mese il traffico si è intensificato in particolare sui siti delle agenzie online (+13%): Expedia rileva 1,4 milioni di visitatori, +22% rispetto a febbraio, Edreams 1,2 milioni (+31%) e Lastminute 900 mila utenti (+21%).

Segno di un sempre maggiore desiderio di disintermediazione, di autonomia nell’organizzazione dei viaggi e di ricerca del risparmio economico.
Sempre in quest’ottica vanno letti gli incrementi nelle compagnie aeree, in particolare quelle LowCost (Ryanair +23%), e il successo dei siti di prenotazione alberghiera, con Venere.com (+55%) che supera i 500 mila utenti e Bookings (+59%) con 400 mila visitatori.

 
 

Business Video