Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

Al cuore del consumatore

Del: 12/05/2006


Da sempre Procter&Gamble rappresenta un modello avanzato di impresa, tale da fare scuola nel mondo a livello di marketing, ricerca & sviluppo, comuninazione.

Esiste un approccio Procter&Gamble al consumatore? In cosa consiste? Come è formulato?

Ne abbiamo parlato con Riccardo Calvi, Responsable Ufficio Stampa P&G.
“Il nostro approccio è molto semplice e pragmatico e si fonda sulla centralità del consumatore: il consumatore per noi è il nostro “capo”. Ogni nostra strategia prende le mosse da ricerche approfondite sulle sue esigenze e da una analisi del modo in cui noi possiamo soddisfarle con prodotti innovativi. Il nostro obiettivo è di creare prodotti che migliorino la qualità della vita e rispondano alla domanda espressa o inespressa del mercato".

In che modo il vostro approccio tiene conto dell’evoluzione in atto nella società?
Grazie al dialogo quotidiano con i consumatori. Dash è sul mercato da quarant’anni perché nel tempo ha saputo riadattarsi in funzione delle rinnovate aspettative della gente. Basti dire che ha cambiato la propria formula ben 70 volte.
Ciò dimostra come, grazie all’affidabilità del prodotto, questo ha saputo conquistare la fiducia degli italiani e crescere con loro. Un altro prodotto significativo è Swiffer. Dalle nostre ricerche, infatti, è emerso che una delle incombenze che si ritengono più fastidiose, anche in relazione alla scarsa disponibilità di tempo, è la rimozione della polvere. Con l’invenzione di questo panno cattura-polvere noi abbiamo non solo assecondato le esigenze dei consumatori, ma risolto un problema che era vissuto come ossessivo. Nel contempo, abbiamo creato nel mercato un nuovo segmento, quello dei cattura-polvere, che oggi vale 80 milioni di Euro.

Su quali basi fondate le vostre strategie per conquistare il mercato? Che tipo di ricerche effettuate?
La prima e fondamentale strategia è quella fondamentale dell’ascolto dei consumatori.
Procter & Gamble possiede uno dei più storici reparti di ricerche di mercato al mondo. Ogni anno ascoltiamo oltre 10 milioni di consumatori attraverso ricerche di mercato, focus group e soprattutto visite a domicilio. Quest’ultima attività coinvolge dal manager junior ai vertici dell’azienda. Ci si reca a casa delle persone, si dialoga con loro, si osservano le modalità di fruizione dei nostri prodotti, cercando di comprendere i bisogni insoddisfatti, si va con loro a fare la spesa.
In Messico, ad esempio, ogni nuovo impiegato della P&G passa le prime settimane di assunzione in un quartiere popolare, lavorando dietro al bancone di un negozio per imparare a conoscere le esigenze dei clienti e dei consumatori. A volte vive intere giornate a casa di consumatori, con l’obiettivo di conoscere a fondo la loro vita e le loro necessità quotidiane.
Alla comprensione dei consumatori si affianca l’innovazione. Noi consideriamo la ricerca & sviluppo come la nostra linfa vitale. Pertanto investiamo molte risorse in ricerca, il 3,5% del nostro fatturato (56,7 miliardi di dollari), che corrisponde quasi a 2 miliardi di dollari all’anno. Abbiamo una comunità di 7500 ricercatori interni, distribuiti in venti centri di ricerca in tutto il mondo, a loro volta connessi, attraverso il programma “Connect & Develop” con gli oltre 2 milioni di ricercatori esterni, che operano nelle università o in altre aziende più o meno grandi.
Un tempo svolgevamo tutto al nostro interno, ma oggi la necessità di arrivare sul mercato in modo più veloce ed accurato unita ad una migliore efficienza nei costi, impone di ottimizzare eventuali potenzialità che il mondo della ricerca offre. A questo riguardo Swiffer Duster, il piumino cattura-polvere estensione della linea Swiffer offre un esempio concreto: P&G ha sviluppato la costruzione di marketing e la tecnologia per il prodotto ma il manico è stato acquistato da un’altra azienda. Questo ci ha permesso di arrivare sul mercato con questa importante innovazione nel giro di 8 mesi con evidenti benefici per i consumatori e per l’azienda....

                                                                          Laura Franconi

Leggi l’intera intervista in allegato.


Allegati:
Al cuore del consumatore

 
 

Business Video