Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

La società del Divide

Del: 01/03/2004

 

 Guarda l’intervista a Staffan De Mistura, rappresentante personale del segretario dell’ONU.


Guarda l’intervista a Pierpaolo Saporito, presidente di Occam!

 

Migliorare le condizioni di vita di interi popoli, ora estremamente disagiati, è un obiettivo che può essere raggiunto con le nuove tecnologie: iniziative congiunte su vasta scala, in convergenza con le grandi agenzie internazionali dell’ONU e in sinergia con tutto il mondo delle ONG e del volontariato.
Tali servizi sono spesso ancora in fase d’incubazione: queste innovazioni, governate dai paesi ipersviluppati, spesso sono dissipate in applicazioni futili.
Difficilmente l’uomo di marketing occidentale immagina le esigenze di popolazioni e culture a lui estranee.
Se la globalizzazione significa nuovi mercati, essa significa altresì nuova domanda su bisogni inediti per la tradizionale area dei paesi avanzati i quali, ormai saturi in molti comparti, rischiano la deflazione e il declino. 

Ma a partire dal 2001, Occam, Osservatorio per la comunicazione culturale e audiovisiva nel Mediterraneo e nel mondo, nato nel 1996 come progetto Unesco di “osservatorio” sullo sviluppo delle nuove tecnologie della comunicazione, si è fatto promotore, in Italia, della lotta al Digital Divide, organizzando le Conferenze Internazionali sull’Infopovertà, avviando studi e ricerche sul tema, in particolare un Libro Bianco, che tratta i programmi già realizzati o in avanzata fase di realizzazione, con particolare attenzione ai progetti che cercano di creare kit tecnologicamente all’avanguardia (per esempio quelli che prevedono l’utilizzo di energie alternative, telecomunicazioni e wireless Internet) e modelli riproducibili di sviluppo sostenibile.  

Inauguriamo l’area dedicata a queste problematiche presentando alcuni studi e ricerche condotte dalla dott.ssa  Silvia Lelli che dal 1998 è cultore della materia presso la Facoltà di Economia dell’ Università Cattolica di Piacenza, occupandosi di ricerche inerenti l’impatto delle tecnologie ICT e del Digital Divide a livello internazionale.
 
 

Business Video