Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

Bilancio Sociale

Del: 28/08/2006

Strumento per la gestione delle organizzazioni innovative

Si parlato e si parla molto di comunicazione e di marketing sociale, esistono numerose pubblicazioni sulla RSI e si fa molta formazione in merito sia in Italia che all’estero. Trattati su trattati, ma tutto ciò che è teoria deve essere supportato da una sufficiente dose di pratica, di modelli, di case history e di strumenti per concretizzare la cultura e le attività di RSI; il bilancio sociale è uno degli esempio concreto e d’eccellenza di quanto esposto.
Secondo una accezione ampiamente diffusa, il bilancio sociale fornisce una valutazione qualitativa e quantitativa dell’impatto sociale dei processi gestionali posti in essere da una determinata organizzazione rispetto alla realtà nella quale è inserita.
Il bilancio sociale di solito accompagna il bilancio di esercizio che rappresenta pur sempre lo strumento principale di valutazione, sotto il profilo economico, in termini di solidità patrimoniale, di capacità di generare reddito, di equilibrio finanziario e così via. Ciò non di meno, un bilancio così formulato non riporta tutti gli aspetti relativi alla gestione, ai risultati sociali, alla comunicazione.
Da questo punto di vista il bilancio sociale è, pertanto, uno strumento fondamentale di valutazione della amministrazione complessiva indirizzata ai principali portatori di interesse privilegiati interni ed esterni (stakeholder), al fine di comunicare e sottoporre al giudizio di tali interlocutori il valore creato dall’organizzazione in relazione alla propria missione e ai propri fini istituzionali. La struttura di base del bilancio riporta diverse voci quali la missione, la mappa degli stakeholder, le strategie, la descrizione delle attività, il rendiconto economico, le valutazioni sull’impatto sociale, la distribuzione del valore aggiunto in base ai diversi stakeholder. Importantissima è quindi la scelta di definire il bilancio sociale tramite un percorso di condivisione con i principali stakeholder dell’organizzazione; ciò testimonia l’importanza del bilancio sociale quale strumento dinamico, aperto, nonché trasparente, ma soprattutto la volontà dell’organizzazione che lo realizza di rappresentare un punto di riferimento chiaramente definito nella comunità locale e nazionale in cui è inserita.
Il bilancio sociale, oltre che strumento di rendicontazione e di comunicazione, rappresenta anche uno strumento di partecipazione e di costruzione e riconoscimento di una identità. Esso – infatti – mostra i comportamenti etici, individuandone l’impatto sociale prodotto sugli interlocutori dall’organizzazione e che al contempo sono chiamati, attraverso il bilancio, ad esercitare in modo non formale forme di partecipazione democratica alla gestione dell’organizzazione stessa, in quanto coinvolti, in vario modo e grado, nel processo di formazione del bilancio sociale medesimo.
Sotto un altro profilo, il bilancio sociale è uno strumento di sempre più ampia diffusione nel mondo, come in Italia, sia nell’ambito del profit sia nel non profit. Esso costituisce una rappresentazione di informazioni da e verso i portatori di interesse che ruotano intorno all’organizzazione, così come verso la collettività, sull’uso e sulla distribuzione delle risorse umane e naturali, oltre che economiche. La formazione del bilancio sociale riflette, peraltro, un mutato contesto anche culturale in cui l’azione etica e di responsabilità sociale delle organizzazioni assumono una valenza premiante, come mai in passato, anche sul mercato. La condivisione della missione aziendale da parte degli stakeholder di riferimento ha costituito e tuttora costituisce un importante fattore di successo per tutte le organizzazioni inserite in un certo contesto.
La finalità generale del bilancio sociale di un’organizzazione è, pertanto, quella di avviare un percorso di rendicontazione sociale, che di anno in anno può svilupparsi e caratterizzarsi ulteriormente, partendo dalle fonti informative esistenti presso l’organizzazione stessa che consenta di:

• raccogliere e organizzare i risultati rilevanti relativi all’impatto dell’organizzazione sul territorio;
• evidenziare il grado di coerenza tra missione, strategie, attività e risultati conseguiti;
• comunicare efficacemente i dati rilevanti e la coerenza funzionale dell’intera organizzazione rispetto agli stakeholder interni ed esterni.

Redigere un bilancio sociale per una determinata organizzazione significa perseguire obiettivi specifici che possono essere individuati tra i seguenti:

• dotare l’organizzazione di un ulteriore strumento di governance;
• migliorare l’efficacia comunicativa;
• organizzare in modo coerente le diverse fonti informative che descrivono le innumerevoli attività evidenziando eventuali ulteriori esigenze informative;
• rilevare la produzione di valore aggiunto e la sua distribuzione in base agli stakeholder e alle strategie.

Dal punto di vista dell’organizzazione la stesura del bilancio sociale permette, poi, di raggiungere i seguenti risultati:

• definizione di standard e di indicatori di performance;
• miglioramento del controllo di gestione;
• costruzione di una griglia permanente sulle proposte di cambiamento;
• miglioramento del senso di appartenenza e di identificazione del personale interno;
• sostegno di una cultura organizzativa favorevole al cambiamento;
• miglioramento della notorietà e credibilità dell’organizzazione nell’ambito di riferimento;
• crescita del proprio peso di lobby;
• partecipazione a network nazionali e internazionali funzionali agli obiettivi che si intende perseguire.

                                     Edi Florian - Impresa Responsabile
                                                 
info@impresaresponsabile.it

 
 

Business Video