Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

Bud TV

Del: 17/10/2006



Ammonta a 30 milioni di dollari e sarà pronto entro febbraio 2007 il mega progetto online messo a punto dalla birra Bud.

Obiettivo: creare una web tv brandizzata e rivolta al target di riferimento, i giovani di età compresa fra i 21 e i 27 anni, che rappresentano anche la fetta più larga dei fruitori del web.

Un’idea complessa che l’azienda ha studiato nei dettagli per rispondere all’esigenza dei consumatori di interagire coi i loro marchi preferiti e sentirsi parte integrante delle strategie delle aziende.

“Da tempo-afferma Tony Ponturo, vice presidente del settore media e sport marketing della Anheuser-Busch’s, a cui appartiene il brand Bud- stiamo osservando l’evoluzione dei media e l’esplosione di internet come mezzo di riferimento per le giovani generazioni. L’ascesa di You Tube e MySpace in particolare ci ha convinti a muoverci verso un tipo di sito fortemente interattivo e focalizzato sui video più che sulle parole. La nostra azienda ha una lunga esperienza nel settore adversting e Bud tv rappresenta un’evoluzione e una estensione del nostro concetto di comunicazione di prodotto.”

Sette i canali che saranno disponibili su Bud Tv; tra i primi ad essere attivi: Bud Tube, che conterrà i video realizzati dai consumatori e alcuni spot già trasmessi, Realiy, incentrato sulla versione live di The Dating Game, girato in bar e ristoranti di venticinque città diverse, Comedy, una rete tutta dedicata all’intrattenimento e Happy Hour, pensato per chi vuole approfondire temi inconsueti e attualità, spaziando dalle news alle notizie più strane, proprio come si fa durante una serata in birreria.

Attraverso la tv online sarà poi possibile scaricare musica direttamente sul proprio iPod o sul pc: un modo per fare del marchio un proprio “compagno” e interagire con questo in maniera emozionale, secondo gli ultimi dettami del marketing. Con innegabili benefici in termini economici per l’azienda, che modificherà la propria strategia commerciale, concentrando gli investimenti sul web (aumenteranno del 10%), a discapito degli spot televisivi e della pubblicità tradizionale, ritenuta poco appeal e priva di forti ritorni.

                                                     Rossella Ivone

 

 

 

 

 

 
 

Business Video