Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

Viral Marketing

Del: 24/10/2006

 

Dacché se ne è compreso il ruolo strategico, la pubblicità, intesa come above the line tout court, è considerata, spesso a ragione qualche volta a torto, la regina incontrastata dei piani di comunicazione delle aziende di maggiore successo, la punta di diamante delle strategie di marketing più articolate, croce e delizia dei migliori esperti di comunicazione.
Non solo… L’avvento della sua declinazione più popolare, quella di spot televisivo, ha contribuito ad aumentarne oltremodo popolarità e risonanza trasformandola in fenomeno di studio fra i più approfonditi, assicurando a personaggi sconosciuti il lancio nell’Olimpo della notorietà, ad aziende e prodotti fatturati da capogiro, inimmaginabili senza il Suo contributo.
Tuttavia, la straordinaria entropia comunicativa che caratterizza la quotidianità del contesto competitivo internazionale così come un approccio ai mezzi di comunicazione sempre più critico e individualista ha cominciato a ridimensionare l’aspetto di insostituibilità e l’allure di eccezionalità di questo strumento, evidenziandone, se non i limiti, certamente un indebolimento della sua efficacia in termini sia di ritorno sull’investimento che di awareness.
E’ plausibile, ci si chiede oggi, fare marketing in senso lato (e, in particolare, costruire visibilità e brand identity) senza ricorrere all’advertsing? Domanda da un milione di dollari, assimilabile, per certi versi, a quella che si pongono molti imprenditori circa la possibilità di effettuare ampi volumi di vendita senza una rete commerciale, affidandosi alla forza e alla riconoscibilità del proprio brand, alla qualità del prodotto/servizio che distribuiscono nonché allo standing e alla professionalità delle persone che ne rappresentano l’anima.
La risposta è sì, sembra possibile. Almeno sulla carta. Almeno nel web, dove il passaparola, protagonista indiscusso del fenomeno di “Viral Marketing” sta progressivamente divenendo un fenomeno a larghissima diffusione sfruttato dalle imprese per diffondere, presso un gruppo circoscritto di utenti, idee, opinioni ed esperienze con definite finalità di marketing.
Il Viral Marketing, infatti, sfrutta i meccanismi di propagazione tipici dei virus, entità che si auto-perpetuano e si auto-diffondono in maniera esponenziale, generando vere e proprie epidemie, il cui obiettivo principe si configura nella diffusione di “valore e innovazione”.

Leggi l’intero articolo in allegato!

                                                       
                                               Paola Lazzarini 
                                                              Management Consultant 
                                                              Cegos Italia

 

 


Allegati:
Viral Marketing

 
 

Business Video