Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

Acqua in Etiopia con i prodotti Sanypet

Del: 31/10/2006

Impegno sociale dell’azienda e sensibilità dei consumatori sono due elementi che possono da un lato contribuire a uno sviluppo sostenibile e duraturo, dall’altro recare un effettivo vantaggio all’impresa.
Una gran festa per celebrare la costruzione del pozzo nel villaggio di Malabidyi. Con questo evento si è voluto festeggiare il raggiungimento di un risultato importante, che garantisce acqua pulita in Afar, una regione dell’ Etiopia, in cui la siccità provoca mancanza di cibo e diffusione di gravi malattie tra uomini ed animali.
“Il villaggio ha organizzato una gran festa che, cadendo nel mese del Ramadam, si è svolta dopo l’imbrunire: abbiamo ballato e, per l’occasione, le donne del villaggio hanno cucinato delle capre alla maniera tradizionale” racconta Fabio Gaggi coordinatore del progetto realizzato da COOPI “Ci siamo fermati al villaggio anche per la notte e abbiamo dormito nelle tradizionali tende dei locali”.

Questo traguardo è stato raggiunto grazie alla collaborazione dell’azienda Sanypet con COOPI- Cooperazione Internazionale, organizzazione non governativa italiana laica e indipendente.
Parte del costo di Forza10, linea di prodotti della Sanypet per l’alimentazione di cani e gatti con intolleranze alimentari, è stato devoluto, infatti, agli interventi che COOPI realizza in Afar, per la costruzione di pozzi, la formazione del personale locale nella gestione dei pozzi stessi e la realizzazione di una campagna di educazione sanitaria. I proventi ammontano a 18.800 euro, questa la cifra raccolta a maggio grazie all’acquisto da parte dei proprietari di cani e gatti dei prodotti della linea Forza 10.

Sanypet è un caso di successo di responsabilità sociale, esempio di come la collaborazione tra azienda e associazione, possa offrire un aiuto concreto a migliaia di uomini, donne e bambini. Portare acqua pulita significa evitare gravi epidemie, ma anche concedere a centinaia di persone la possibilità di coltivare la terra e allevare il bestiame, di seguire una campagna di sensibilizzazione all’igiene, affidata ai maestri di scuola, molto rispettati all’interno dei villaggi.
“Lezioni sui concetti basilari dell’igiene sono state tenute a favore di bambini e donne e per rendere più efficace la campagna sono stati distribuiti posters e materiale divulgativo in lingua Afar” conclude Gaggi.
Un altro pozzo è in costruzione presso il villaggio di Adukuwa grazie al sostegno di Sanypet.
“Qui i lavori sono stati rallentati a causa di problemi nel trasporto del materiale”racconta ancora Fabio Gaggi “ il villaggio, infatti, dista circa 150 km dalla maggiore città e si raggiunge in circa 6 ore di fuoristrada lungo un percorso particolarmente dissestato. Durante la stagione delle piogge, le piene nei fiumi provenienti dall’altipiano del Tigray (fiumi che usualmente sono in secca e vengono utilizzati come via d’accesso) non hanno permesso il trasporto del cemento nel sito. I problemi adesso sono comunque stati superati e siamo quasi pronti a festeggiare anche qui l’inaugurazione del pozzo”.
A presto, quindi, per l’organizzazione di un’altra festa.

                                                                                            Serena Poerio

 
 

Business Video