Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

Cifre da capogiro per gli investimenti negli eventi

Del: 13/11/2006

Aumentano gli investimenti “sugli eventi” il dato emerge dalla Seconda Edizione del ‘Monitor sul Mercato degli Eventi in Italia - Tendenze, Prospettive e Operatori’ , presentata nel corso di Visual Communication, la fiera internazionale dedicata all’industria della comunicazione visiva.
Risultati molto ottimistici se si pensa che gli investimenti nel 2006 hanno raggiunto i 1.100 euro con più del 14,5% rispetto all’anno precedente, e si stima che l’anno prossimo ci sarà un incremento del 10,5% e si arriverà a quota 1.330 euro. Cifre altissime, quattro volte superiori rispetto all’intero mercato della comunicazioni, inferiori solo agli investimenti che si effettuano su internet, ultima frontiera in termini di pubblicità ed advertising.

Cosa si intende col termine evento in ambito comunicativo? Fiere, convegni, convention, sessioni di team building, viaggi per clienti, insomma luoghi e momenti in cui è possibile veicolare l’immagine aziendale. Caratteristiche assolutamente imprescindibili per l’organizzazione di questi eventi sono la propositività, la flessibilità e la qualità relazionale. Il mercato degli investimenti in tale settore è giunto, infatti, ad un livello di maturità tale da eludere ogni tipo di improvvisazione e di mancanza di professionalità.

Tantissime le aziende che maggiormente hanno deciso di destinare parte delle proprie spese negli eventi: dal settore automotive al tessile, dall’abbigliamento a quello delle telecomunicazioni. Significativo anche il risultato secondo il quale, negli ultimi 12 mesi, solo l’8% degli utenti di comunicazione non ha investito in eventi; nello stesso periodo, il 32% degli investitori ha speso in comunicazione meno di 250mila euro, il 22% tra 250mila e 990mila euro, il 33% tra 1 milione e 9.9 milioni di euro, il 13% da 10 milioni di euro in su. Tra le imprese/organizzazioni che hanno recentemente realizzato uno o più Eventi – spiega ancora la ricerca - il 34% vi ha investito più del 20% del totale delle proprie spese per comunicare (tra questi quasi un terzo più della metà dell’intero budget); il 35% tra il 6% ed il 20%; il restante 30% una fetta inferiore al 6%. La quota degli alto-investenti è in crescita rispetto al 2005. Si è quasi dimezzata in un anno - dal 13% al 7% - la percentuale degli utenti che hanno diminuito il peso degli investimenti in Eventi: a favore sia degli stabili (dal 48% al 52%) sia dei crescenti (dal 39% al 41%).

“Questa seconda edizione del Monitor fotografa un mercato molto vivace – afferma Salvatore Sagone, presidente di ADC Agenzia della Comunicazione - Il mezzo evento, per le sue caratteristiche emozionali, spettacolari e relazionali, è uno tra i mezzi di comunicazione più moderni a disposizione delle aziende. Il panorama dell’offerta, secondo quanto emerge dallo studio, deve inoltre progredire nella qualificazione professionale dei servizi offerti, in un contesto che diventa sempre più competitivo”. 

                                                                    Serena Poerio

 
 

Business Video