Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

Zapatero

Del: 10/12/2006




Nel mese di settembre gira per la rete un filmato che rappresenta 4 ragazzi spagnoli che si introducono furtivamente nel Parlamento e portano via la sedia di Zapatero.

I nostri individui si fanno chiamare “4 gatos” ed oltre a riprendere tutta l’operazione, hanno anche creato un blog in cui si presentano e descrivono la propria sensibilità verso tematiche di questo genere. Nel sito si trovano anche il video del furto, lo schizzo della mappa del parlamento nonchè una foto di gruppo con la sedia, mentre per strada stikers con il logo della banda parlano di loro.
Rapidamente esplode il caso e giornalisti di tutto il mondo iniziano a parlare di questo fatto che ha dell’incredibile. Anche la polizia inizia ad indagare dato che questo furto imbarazza notevolmente gli addetti alla sicurezza del Parlamento.

In realtà si tratta di una finzione in cui solo una piccola porzione del video è stata veramente girata nell’aula parlamentare. Il furto non c’è mai stato (la poltrona che nel video viene calata da una finestra, è senza braccioli, a differenza di quella del presidente, e la stessa finestra è diversa da quelle del palazzo delle Cortes) e i “4 gatos” non esistono: i ladri di sedie sono solo degli attori. Secondo quanto ha potuto rapidamente accertare la polizia, i ragazzi sono effettivamente entrati all’interno dell’edificio, grazie alla complicità di un alto funzionario mosso dal fine benefico dell’operazione.

Il “furto” divenuto ormai un cult su Internet, segna un nuovo colpo clamoroso dell’agenzia di pubblicità Tiempo Bbdo, la stessa che mesi fa aveva lanciato una finta campagna anti-Mtv commissionata proprio dalla tv musicale attraverso una canzone, che esorta alla verginità prematrimoniale, cantata dai 4 “Giovani senza macchia”.

In questo caso invece, a promuovere l’iniziativa è stata la "Campagna del Millennio" delle Nazioni Unite, che ha organizzato per il 16 ottobre la giornata "Sollevati contro la povertà", con lo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica sul problema della fame nel mondo. Il messaggio è chiaro, ed è lo stesso che appare su un foglietto scritto a penna e collocato durante il "blitz" in Parlamento: "Zapatero, il 16 ottobre, in piedi contro la povertà". In piedi, visto che ti abbiamo portato via la poltrona...

Intervistato, il direttore creativo della campagna Siscu Molina, afferma: “La verità è che l’attività è uscita dal nostro controllo”. Il video è stato girato giovedì, montato venerdì e messo in circolazione in rete il sabato con l’eclatante risultato di 50.000 visioni nel giro di poche ore. Continua parlando di internet “... un mezzo dalle incredibili possibilità, che permette di trasformare qualsiasi cosa in un evento. Noi (di Tiempo BBDO) ci stiamo muovendo sempre di più in questa direzione”.

                                               Powered by JWT- Chuco
                                                             
Andrea.Betti@jwt.com

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
 

Business Video