Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

Il Grande Fratello del Retail

Del: 21/02/2007



Lo hanno ribattezzato il Grande Fratello del Retail, ma il suo nome è PRISM.
PRISM sta per Pioneering Research for an In-Store Metric ed è un sistema che- secondo gli esperti- rivoluzionerà la grande distribuzione.

Messo a punto da un consorzio fra i big della distribuzione americana, come Wal-Mart - principale sostenitore del progetto - e da aziende di largo consumo, tra cui Coca Cola, Kellog e Procter&Gamble, il PRISM ha unico compito: monitorare, attraverso speciali sensori a infrarossi, gli spostamenti della gente in un supermercato.
In altre parole, studiare il cliente, osservare come si muove mentre fa la spesa, quali prodotti acquista e con quale logica. Obiettivo: invogliare la gente all’acquisto in maniera scientifica, veicolandone l’attenzione sulle zone “calde” dello scaffale.

“Il PRISM costituisce uno strumento fondamentale per le aziende - afferma Jim Stengel, global marketing officier di P&G - perché consente di captare utili informazioni sull’efficacia delle promozioni e sul posizionamento della merce. In questo modo si possono realizzare promozioni mirate. La collaborazione tra retailer e industria è fondamentale in tal senso”.

Già, la collaborazione.
E’ infatti palese il rischio che il PRISM si riveli un’arma a doppio taglio per le aziende.
Avvantaggiando solo la distribuzione, in grado di decidere unilateralmente il listino delle posizioni da vendere ai fornitori. A farne le spese sarebbero soprattutto le piccole imprese, meno disposte a spendere cifre da capogiro per essere posizionate nei punti strategici degli scaffali.

“Questo progetto - assicura però Stephen Quinn, senior vice president del marketing Wal-Mart - porterà enormi benefici allo sviluppo del layout nei supermercati, con ricadute positive per i consumatori, che godranno di un’esperienza d’acquisto sempre più coinvolgente ed efficace”.
E a chi avanza dubbi sulla trasparenza dell’operazione e sul rispetto della privacy, Quinn assicura “Il PRISM è un sistema di studio non invasivo; un dato confermato anche in fase sperimentale. La sua è una funzione di puro monitoraggio e rilevazione di dati”.

                                              Rossella Ivone

 
 

Business Video