Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

Il Markimonio

Del: 10/03/2007

La parola, visto i tempi, non garantisce un sicuro lieto fine, ma evoca sicuramente un legame, un impegno tra due soggetti fra loro diversi, ma con interessi simili, maturati nell’ambito del marketing e della comunicazione. Al Markimonio tra Accademia di Comunicazione e i Ninjamarketing erano presenti in molti, tutti interessati ad approfondire attraverso le parole di grandi maestri ed importanti operatori del settore il tema del marketing non convenzionale e della comunicazione alternativa. Durante l’incontro è stato presentato il primo master in Marketing Non Convenzionale in Italia, promosso da Accademia di Comunicazione e i cui responsabili scientifici sono gli eclettici fondatori dei Ninjamarketing: Alex Giordano e Mirko Pallera. Obiettivi del corso: apprendere le strategie del marketing post-moderno, acquisire, quindi, strumenti e conoscenze necessarie per utilizzare i nuovi mezzi e metodi di comunicazione non convenzionali, per condurre in maniera mirata campagne creative low budget per prodotti e servizi on/off line.

Esponente del marketing mediterraneo e guru del marketing tribale, Bernard Cova, ha evidenziato come si sia passati da un approccio kotleriano di intendere il marketing ad uno potteriano, intendendo con questo termine quello relativo al famosissimo maghetto Harry Potter, divenuto un fenomeno letterario prima, cinematografico ( e non solo) poi. Si è passati da un approccio passivo nei confronti delle campagne di comunicazione ad uno più attivo, in quanto ai cambiamenti sociali si sono aggiunti anche quelli tencnici. “Siamo antimarketer, ma non siamo contro il mercato e contro le marche, le marche sono dentro di noi e su di noi - ha spiegato Cova – C’è una vita delle marche dei consumatori che sfugge alle aziende, le marche sono diventate risorse simboliche importantissime, poiché il rapporto che abbiamo con esse definisce la nostra identità.”
Il word of mouth funziona perché porta la marca ai clienti attraverso i clienti stessi, l’impresa oggi non deve dunque essere spaventata dai consumatori o aver paura della controversia, ma deve lasciare che i consumatori “prendano il controllo”delle variabili di marketing.

Intervento ricco di spunti originali e interessanti quello dei Ninjamarketing. “Intendere il buzz come parte del media mix” questa la richiesta di Alex Giordano e Mirko Pallera, partendo dal presupposto che aldilà dei diversi termini coniati negli anni, relativi ai diversi filoni di pensiero “Il marketing non convenzionale non esiste, esiste il marketing che funziona.”
Per far si che la nostra strategia di marketing sia efficace, occorre abbandonare la clusterizzazione a cui siamo abituati e passare dall’analisi degli “stili di vita” a quella dei “momenti di vita” in cui, rispondendo a differenti esigenze, ci esprimiamo in forme varie e diverse.
Tra i relatori presenti in sala anche Arianna Vetrugno, Account Director Tribal Ddb, Sauro Mariani, Head of Marketing and Communication MTV, Maurizio Sala, presidente Art Directors Club Italiano, e Michelangelo Tagliaferri, presidente di Accademia di Comunicazione.

Visto i presupposti noi confidiamo nel lieto fine.

                                                            Serena Poerio

Per visualizzare il video dell’evento clicca qui!

 
 

Business Video