Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

Fotografia: un mercato da 300 milioni di euro

Del: 28/03/2007

In crescita l’export milanese di strumenti ottici e attrezzature fotografiche: +5,8% in un anno. Per un valore complessivo pari a circa 104 milioni di euro al quarto trimestre 2006, il 56,1% del totale lombardo e il 4,3% di quello italiano. Tra 2005 e 2006 crescono soprattutto le esportazioni milanesi verso l’America centro meridionale, India e Africa. Più della metà dell’export si dirige verso l’Europa (64,5%, per un valore pari a 67 milioni di euro) e in particolare verso i Paesi della Comunità Europea (49,9% del totale delle esportazioni milanesi di strumenti ottici e attrezzature fotografiche). Buone percentuali anche per l’Asia (22,1%, e il 3,2% solo in Giappone) e per l’America (8,5%), soprattutto settentrionale (5,5%). Milano è la provincia lombarda che esporta più prodotti del settore, seguita da Varese (oltre 50 milioni e 300 mila euro di esportazioni, il 27,2% del totale regionale di strumenti ottici e attrezzature fotografiche) e Bergamo (quasi 11 milioni di euro, il 5,8%). Milano è anche la prima provincia italiana per numero di imprese di strumenti e attività fotografiche: sono 2.358 al quarto trimestre del 2006, oltre la metà del totale regionale (54,4%) e il 9,1% del totale nazionale (sono quasi 26 mila le imprese italiane attive nel settore).
Emerge da una elaborazione della Camera di commercio di Milano su dati Istat 2000, 2005 e 2006 e su dati del registro delle imprese 2000, 2005 e 2006. Il mercato del photo imaging pesa in Lombardia per 300 milioni di euro e i fotonegozianti svolgono un ruolo importante nell’assistenza e nel servizio per l’acquisto dell’apparecchiatura fotografica. Gli articoli più richiesti sono le fotocamere e le reflex digitali, acquistate per il 70% dagli uomini, e la spesa media è di 300 euro (rilevazione Unione del Commercio su operatori Ascofoto, l’Associazione dei fotonegozianti).
In occasione di Photoshow (Fieramilanocity dal 30 marzo al 2 aprile) e degli eventi di Photofestival (in città 60 mostre fotografiche d’autore), Ascofoto è presente con uno stand dove è anche offerta la possibilità di scaricare gratuitamente le proprie immagini su supporto CD (oltre che di poter conoscere – su www.ascofoto.com si possono trovare tutti gli operatori – i punti vendita più vicini agli appassionati).

“La fotografia – ha dichiarato Dario Bossi, presidente di Ascofoto, vicepresidente di Aif (Associazione Italiana Foto-Digital Imaging) e consigliere della Camera di commercio di Milano – dal bianco e nero al digitale, continua ad offrire sempre nuove emozioni e si conferma insieme come vivace realtà commerciale e potente mezzo di espressione artistica. La Camera di commercio di Milano e il mondo associativo dell’Unione del Commercio collaborano attivamente alla realizzazione di iniziative come Photoshow e Photofestival che cercano di avvicinare il grande pubblico al mondo della fotografia”.

I Paesi del mondo verso cui la provincia di Milano esporta di più?
Francia (quasi 8 milioni e 200 mila euro, pari a oltre un terzo del valore delle esportazioni milanesi del settore degli strumenti ottici e delle attrezzature fotografiche), Stati Uniti (oltre 2 milioni di euro, 9,2%), Germania (quasi 1 milioni e mezzo di euro, 6,5%). Crescita più dinamica delle esportazioni milanesi del settore invece in Australia, Sudafrica e Libano dove in un anno si registra un tasso di crescita rispettivamente pari a +984,7%, +236,9% e +215,9%. In sei anni maggiori incrementi dell’export si hanno in Libano (+2.486,4%), seguito da Sudafrica (+670,6%) e da Federazione russa (+341,8%).

Imprese di strumenti e attività fotografiche in provincia di Milano.
Tra le 2.358 imprese milanesi di strumenti e attività fotografiche prevalgono gli studi fotografici, laboratori per sviluppo e stampa o attività di aerofotografia (55,5% del totale provinciale delle imprese del settore) e le imprese che operano del commercio al dettaglio di articoli e strumenti fotografici (32,6% del totale). Prima nella classifica nazionale delle province, Milano è in testa anche tra le lombarde, seguita da Brescia con 419 imprese (pari al 9,7% del totale lombardo delle ditte del settore di strumenti e attività fotografiche), Bergamo con 373 aziende (8,6% del totale) e Varese con 311 (7,2%). A Milano città si concentrano le imprese del settore: sono ben 1.352 (di cui 830 studi fotografici e laboratori per sviluppo e stampa, e 365 di commercio al dettaglio di articoli per fotografia), il 57,3% del totale provinciale e il 5,2% di quello nazionale.

Per visualizzare il dossier scarica l’allegato!


Allegati:
Dossier Fotografia

 
 

Business Video