Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

La casa del sorriso del Cesvi a Capetown

Del: 19/04/2007

Acquistando 4 film in DVD Sony Pictures Home Entertainment nei punti vendita Media World e Saturn i clienti contribuiranno alla raccolta fondi per sostenere la Casa del Sorriso.

La Casa del Sorriso, il centro di accoglienza di Capetown per donne e bambini vittime di violenze realizzato da Cesvi in collaborazione con MEDIAMARKET, è ormai ultimato e verrà inaugurato ufficialmente nel mese di maggio. Potrà così diventare un luogo di speranza per le madri e per i loro figli, un’opportunità per ricostruire la propria vita in autonomia e libertà. Per finanziare il mantenimento della Casa del Sorriso, MEDIAMARKET e SONY PICTURES OME ENTERTAINMENT lanciano una nuova iniziativa a partire dal 20 marzo con l’uscita in dvd del film Boog & Elliot - A caccia di amici e per tutto il 2007 con l’uscita di altri tre DVD: Casino Royale, Spider-Man 3 e Surf’s Up - I re delle onde. Per ogni DVD venduto MEDIAMARKET e SONY PICTURES si impegnano a devolvere al Cesvi 1,45 euro a testa, per un totale di 2,90 euro per ogni copia venduta.

A partire da maggio nella Casa del Sorriso del Cesvi/MEDIAMARKET le donne vittime di violenza e i loro bambini troveranno ospitalità temporanea, assistenza sanitaria, recupero psico-sociale, formazione professionale e assistenza legale. Una sorta di “oasi di pace” nella baraccopoli di Philippi a Capetown, dove vivono milioni di persone prive di qualsiasi infrastruttura igienico-sanitaria, dove il virus dell’HIV colpisce il 30% degli abitanti (e la metà delle persone contagiate sono donne incinte) e dove il tasso di disoccupazione è dell’80%.

Le donne della baraccopoli subiscono abituali violenze tra le mura domestiche, mentre fanno la spesa o mentre prendono un autobus; le statistiche indicano che ogni 6 ore una donna viene uccisa dal proprio partner. Gli abusi psicologici e fisici – sistematici o occasionali – vengono spesso sottovalutati o, peggio, giustificati, rendendo difficile fornire un adeguato supporto per tutte le vittime.In questo contesto, La Casa del Sorriso nasce con l’intento di diventare un luogo speciale, dove ridare un sorriso e un futuro possibile alle vittime innocenti della violenza e del degrado di Philippi. La Casa del Sorriso è oggi realtà anche grazie alla collaborazione che da tempo lega MEDIAMARKET e Cesvi e grazie ai progetti ideati dalle catene Media World e Saturn per finanziarne la costruzione, come quest’ultimo realizzato con Sony Pictures Home Entertainment.

“Siamo davvero soddisfatti del risultato raggiunto da tutte le iniziative finora condotte, che ci hanno permesso di destinare ad oggi 240.000 euro al Cesvi per la Casa del Sorriso” ha commentato Pierluigi Bernasconi, Amministratore Delegato di MEDIAMARKET. “Questo importante traguardo è stato possibile grazie al generoso contributo dei nostri clienti, che hanno creduto in questa iniziativa, e alla collaborazione con partner di valore, come Cesvi e Sony Pictures Home Entertainment. Ora il nostro impegno deve continuare affinché la Casa del Sorriso diventi una realtà di speranza per le donne e i bambini di Capetown”.

Prima catena di elettronica di consumo in Europa con 558 megastore, seconda a livello mondiale, in Italia presente con 69 punti vendita, Mediaworld è impegnata da anni in una importante partnership con Cesvi iniziata nel 2004.
L’operazione “Voci dal Cuore” ha coinvolto tutta l’azienda dai vertici agli allora 5.000 dipendenti che hanno votato e scelto di sostenere il progetto della Casa del Sorriso di Cape Town. Il Cd omonino ha raccolto brani musicali scritti ed eseguiti dai collaboratori MEDIAMARKET, primo nella classifica nazionale con 30.000 copie vendute, per un totale di 90.000 euro raccolti per La Casa del Sorriso, che si sono aggiunti ai 150.000 euro finanziati in precedenza da MEDIAMARKET. Sull’onda di questo successo, lo scorso anno MEDIAMARKET ha lanciato il progetto “Voices from…” che comprende 5 Compilation contenenti musica e brani provenienti dai cinque continenti: il primo CD venduto negli store della catena è stato “Voices from Africa”, seguito da “Voices from Europe”, “Voices from North America”, “Voices from South America” e “Voices from Asia & Oceania”. Con la vendita dei CD si sono raccolti fondi per oltre 26.900 euro.

A conclusione di questo percorso Mediamarket ha coinvolto nel progetto SONY PICTURES HOME ENTERTAINMENT. “Contribuire al finanziamento di un’iniziativa così importante è per noi un privilegio, una grande opportunità di collaborazione con grandi partner per offrire un aiuto concreto al progetto Casa del Sorriso” afferma Fabrizio Ferrucci, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Sony Pictures Home Entertainment. “Il titolo con cui prenderà il via l’operazione sarà Boog & Elliot - A caccia di amici che oltre a divertire grandi e piccini, contribuirà a ridare un sorriso alle donne e ai bambini vittime di violenze ospitate nel centro di accoglienza del Cesvi a Capetown.”

La promozione coinvolge 4 film in DVD di impatto sul grande pubblico e si preannuncia lo stesso successo avuto dalle precedenti operazioni. I 76 punti vendita Media World e Saturn verranno allestiti con espositori e cartonati posizionati nell’area Video e nell’area TV Hi-FI; le barriere antitaccheggio verranno personalizzate con le immagini dei film, mentre il trailer verrà trasmesso in loop sugli schermi della sala Video.
“Con questa nuova iniziativa, Mediamarket si è confermata azienda all’avanguardia nella responsabilità sociale: ha fatto votare dipendenti e collaboratori per scegliere il progetto sociale da sostenere; ha coinvolto i clienti nella campagna di comunicazione e raccolta fondi; infine ha creato i presupposti perché un partner importante come Sony Pictures Home Entertainment si affiancasse nella realizzazione di un grande sogno delle donne delle baraccopoli di Cape Town” sottolinea Giangi Milesi, presidente del Cesvi “Mediamarket ha dimostrato non solo di saper prendere a cuore con autenticità i problemi dimenticati di persone lontanissime, ma ci sta aiutando concretamente a superare l’assistenzialismo e a diffondere nel mondo economico socialmente responsabile la cultura della cooperazione allo sviluppo”.

 
 

Business Video