Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

Tetris rilegge l’area libri

Del: 26/04/2007

Ironico, funzionale, comunicativo. Così si presenta il progetto di Michela Patruno per l’esposizione di libri nelle grandi superfici


Nella grandi superfici commerciali l’area libri delle è spesso poco comunicata o comunicata male: esposizione disordinata, segnaletica e informazioni scarse o poco visibili, accessibilità scomoda per gli adulti e negata ai più piccoli, con l’effetto che il consumatore è disorientato e poco motivato alla permanenza nel reparto.
Il progetto Tetris di Michela Patruno rappresenta una buona soluzione. Si tratta di un espositore per libri (adattabile anche a giornali e riviste) che sostituisce o supporta – con appeal e ironia – i tradizionali espositori a scaffale o a isola. È pensato per adulti e bambini, si integra in ogni ambientazione grazie alla sua versatilità in termini di dimensioni e comunicazione.

Tetris è costituito da un unico pezzo realizzato in stampaggio rotazionale, con dimensioni di ingombro di 100 x 100 x 80 cm di altezza. Con la stessa tecnologia sono prodotti le due sedute: la più grande misura 30 x 30 x 30 cm e la più piccola 20 x 20 x 20. Lo stampaggio rotazionale consente di produrre corpi cavi in un solo pezzo senza necessità di saldature. Possono essere stampati prodotti di grandi dimensioni con contorni complessi, anche con differenti finiture superficiali (finta pelle, goffrature ecc.), con inserti nel materiale e con diversi colori.


L’espositore, in Pe, ha degli scassi realizzati in base alle misure dei libri stessi, con piani sfalsati a misura dei più piccoli, così che anche loro possano accedere ai volumi senza alcun aiuto dei genitori. La particolarità delle sedute è che possono incastrarsi l’una nell’altra e alloggiare in uno scasso apposito: quando non servono, per esempio quando bisogna movimentare l’espositore (operazione facile con il muletto) o nel caso di stoccaggio in magazzino dell’espositore stesso.
I tagli presenti su alcune facce permettono l’inserimento di grafica e cartonati. Tale espediente - insieme alla gamma di colorazioni e finiture superficiali - assicura la personalizzazione dell’espositore e la comunicazione di offerte, promozioni e lanci prodotto.
Il progetto ha l’obiettivo di rendere l’area libri di supermercati e centri commerciali più attraente, con una comunicazione nuova, chiara sia per gli adulti che per i bambini ma soprattutto ha la pretesa di rendere l’atto di acquisto un’esperienza  di shopping completa offrendo la possibilità della consultazione e della lettura. Per questo supporta le tradizionali scaffalature a parete e sostituisce i grandi, confusionali e ingombranti tavoli… con semplicità, ironia e praticità.

                                                     Cesare Mercuri

Articolo pubblicato su: Promotion Magazine 106 marzo 2007
Promotion Magazine 


 
 

Business Video