Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

Chiquita cambia rotta con il CSR

Del: 26/06/2007


E’ da tempo, ormai, che la multinazionale Chiquita leader mondiale nella produzione e commercializzazione di frutta e verdura fresca, principalmente di banane provenienti dal Centro America e dall’Ecuador, sta attuando un faticoso percorso di riposizionamento sul mercato.
Dopo gli innumerevoli boicottaggi, le campagne di informazione e le denunce piovute sulla multinazionale da parte di gruppi e associazioni, tra cui quella presentata dall’americana Human Rights per presunta violazione dei diritti sindacali, lavoro minorile, abusi sessuali, esposizioni dei lavoratori a sostanze tossiche, la Chiquita ha deciso di voltare pagina.
Anticipando i suoi più agguerriti competitors, Del Monte e Noboa, l’azienda ha elaborato una nuova strategia basata sulla Responsabilità sociale d’impresa.
Due i pilastri di questo nuovo orientamento:

1. La salvaguardia dell’ambiente: è stato adottato lo standard di Rainforest, un’organizzazione newyorkese no profit attiva nella definizione di parametri produttivi finalizzati a ridurre l’impatto sull’ambiente delle colture tropicali.
2. La difesa dei diritti umani: sul versante sociale la Chiquita ha ottenuto la certificazione SA 8000 relativa alla tutela dei diritti dei lavoratori e quella Eurepgap sulla sicurezza alimentare nelle piantagioni in Colombia, Costa Rica e Panama.
Un deciso cambio di rotta che è stato riconosciuto con l’assegnazione del prestigioso “Ethic Award", premio promosso da "Gdoweek" (settimanale di informazione per la grande distribuzione) e dalla società di consulenza Kmpg, che ha avuto come motivazione “il forte impegno adoperato a livello mondiale per superare il passato attraversa diverse modifiche strutturali".
A livello di comunicazione e PR, l’azienda sta cercando di dare ampia risonanza alle iniziative che rientrano nel CSR (Corporate Social Responsibility), sia a quelle promosse sul fronte sociale (migliore qualità del lavoro e delle condizioni di vita dei propri dipendenti in Centro America) che ambientale (adozione di processi e soluzioni eco-compatibili che caratterizzano le proprie attività produttive). Tale valorizzazione viene promossa nella sedi della multinazionale presenti in tutto il mondo attraverso:

  • l’avvio di un programma di stakeholders engagement mirato a conoscere il vissuto dell’azienda presso i principali interlocutori sulle tematiche socio-ambientali e ad aprire un dialogo aperto e trasparente su impegni e attività di Chiquita in questo ambito;
  • la pianificazione di una campagna stampa di taglio informativo su una selezione di testate sensibili ai temi della CSR;
  • l’organizzazione di un press tour in Costa Rica che porterà i giornalisti delle maggiori testate italiane a diretto contatto con una delle realtà che rappresenta ‘il fiore all’occhiello’ della CSR Chiquita: la Riserva naturalistica di Nogal in Costa Rica;
    iniziative di co-marketing con società dal vissuto fortemente positivo.

                                                   continua su www.spazioimpresa.biz

 
 

Business Video