Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

Comunicazione innovativa

Del: 12/07/2007

Se è vero che internet e la comunicazione innovativa stanno sempre più entrando nella nostra quotidianità, Nielsen, Nielsen//NetRatings, Connexia e la School of Management del Politecnico di Milano hanno pensato di concentrarsi su questo fenomeno. Da questo infatti nasce l’originale progetto ‘Osservatorio Multicanalità’, ricerca su panel Nielsen che vuole misurare e analizzare quanto la comunicazione innovativa possa influenzare la decisione d’acquisto del consumatore.

L’iniziativa, vede Connexia coinvolta come partner e come responsabile delle attività di comunicazione a supporto del progetto, nonché come ideatore e realizzatore del sito internet dedicato: www.multicanalita.it. Per approfondire l’argomento abbiamo quindi intervistato Giovanni Pola, Responsabile Commerciale e consigliere di Connexia.

Cos’è il progetto ‘Osservatorio Multicanalità’ e quali i suoi obiettivi?

Questo progetto è fondamentalmente una ricerca condotta su panel Nielsen e mirata a misurare e analizzare il fenomeno multicanalità. Ma non è solo questo. La domanda cui questa ricerca vuole rispondere è se ‘La multicanalità paga allo scaffale?’: internet, blogs, SMS, TV digitale interattiva, hanno trasformato il consumatore da spettatore passivo in parte attiva della comunicazione, per questo diventa importante capire quanto questo flusso di comunicazione interattiva possa influenzare la sua decisione d’acquisto, soprattutto per i prodotti di largo consumo. La ricerca infatti vuole verificare se i consumatori multicanale hanno comportamenti di acquisto e basket di spesa diversi da quelli non multicanale, e quindi dimostrare se sono un target sufficientemente ampio da giustificare politiche di marketing differenziate.
Il progetto è molto complesso, e siamo fieri di farne parte. Siamo partner di aziende del calibro di Nielsen, Nielsen//NetRatings, e la School of Management del Politecnico di Milano. E la validità di questa iniziativa trova conferma nel supporto ricevuto da sponsor importanti come Microsoft Digital Advertising Solution; Yahoo!, Plantronics, SEAT Pagine Gialle, Fater, Ipermercati Panorama.

Qual è il vostro approccio? Sicuramente l’approccio è di carattere analitico: questa ricerca ci darà dei numeri, delle percentuali importanti per studiare il fenomeno della multicanalità, dati che avranno un peso nelle decisioni di marketing strategico delle società che hanno sponsorizzato la ricerca. Certo le chiavi di lettura saranno diverse, a seconda che si tenga in considerazione il punto di vista dell’azienda o quello del consumatore finale.
Che fosse indispensabile voler studiare e approfondire le tematiche legate alla multicanalità e al ‘consumatore multicanale’ si evince anche dagli ultimi dati delle ricerche Nielsen//NetRatings. Uno degli ultimi studi quantitativi rivela che a gennaio 2007 il 56% dei navigatori italiani, pari a 11 milioni e 380 mila persone, ha visitato almeno una volta i siti del Web 2.0. Inoltre, i navigatori della rete sono in continua crescita, e diventano sempre più attivi: a marzo sono stati 18,8 milioni gli utenti che si sono collegati alla rete da casa o dal luogo di lavoro, con frequenza quasi giornaliera.
Intorno a internet, grazie alle infinite possibilità che la rete offre per interagire, ruota un’audience sempre più numerosa e attenta alle novità, alle curiosità, alle occasioni di socializzazione.

Connexia, agenzia di comunicazione integrata specializzata in servizi multimediali, cosa pensa di questo progetto? Quale il suo contributo?

Connexia segue numerosi progetti multimediali, è quotidianamente a contatto con le aziende e le loro esigenze. I nostri progetti di comunicazione devono tener conto che il cliente è sempre più informato e attivo, su Internet cerca socializzazione e dialogo con imprese e con altri attori: le aziende, quindi, stanno ormai pianificando attività di comunicazione orientate all’interazione, piuttosto che a una comunicazione unilaterale quale quella dei media classici creando ‘engagement’ anche attraverso l’interazione simultanea su più canali.

Per questo abbiamo realizzato un sito web www.multicanalita.it in linea con le ultime tendenze del web 2.0. Abbiamo voluto che fosse uno strumento di info-formazione per tutti coloro che ancora non conoscono bene il fenomeno ‘multicanalità’ e potranno approfondirlo, e per coloro che invece, da esperti del settore, potranno scrivere un post per esprimere pareri e non solo, favorendo la diffusione di questo nuovo trend market.

Articoli di marketing correlati:
- La dimensione del web2.0
-Un nuovo progetto 2.0: la Web Comedy interattiva

 
 

Business Video