Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

Il nuovo format del caffè napoletano

Del: 20/07/2007

“’Na tazzulella ‘e cafè” è proprio quello che occorre per risvegliare i sensi e assaporare il gusto di un rituale quotidiano. Basta concedersi un attimo di pausa nella frenesia della quotidianità, per godersi in assoluto relax la nota bevanda.

Questo il concept secondo cui anche a Milano saranno allestiti i “Bufala Cafè”: catene di bar, pronti ad accogliere a tutte le ore in una cornice versatile e familiare chiunque voglia spaziare tra i sapori tipici della cucina partenopea, dalla pasticceria alla rosticceria. Il format è originale, poiché riprendendo la formula della nota catena internazionale Starbucks, la rimescola ancorandola ad una tradizione locale e familiare, sulla scia del successo già conclamato della catena di ristoranti “Fretelli la Bufala”.

Riconoscibili e sparsi per il mondo, i “Fratelli la Bufala” hanno fatto del loro marchio la garanzia di genuinità dei prodotti, rigorosamente di origine napoletana, di cucina semplice e a costi contenuti. Insomma, una valida alternativa per i non amanti dei fast food e dei ristoranti extralusso. I caffè ripetono lo stesso punto di forza, si può leggere, chiacchierare e rilassarsi in totale serenità. Coprendo in Italia un vuoto di mercato che all’estero è stato riempito da altri competitors, l’obiettivo è quello di replicare il successo, anche in termini di fatturato, che il brand ha avuto nella ristorazione, ritagliandosi nel mercato una nicchia di clienti affezionati o di turisti e avventori. Molti sono, infatti, coloro che attratti anche solo dal naming, che rimanda alla genuinità e al sapore di uno degli ingredienti principali della pizza, la bufala, e dalla frase che riporta alla storia di un paese, “pizzaioli emigranti”, provano ad assaggiarne il gusto “autentico”, pur non trovandosi nella città della pizza e del caffè.

                                                                          Serena Poerio

 
 

Business Video