Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

eMarketplace: quale futuro in Italia?

Del: 02/04/2004

Crescono gli eMarketplace in Italia: la fotografia dell’attuale situazione del B2b su Internet la fornisce uno studio condotto dall’Osservatorio dell’Associazione Impresa del Politecnico di Milano.
La ricerca, basata sull’analisi on line di oltre 120 casi e su interviste dirette a 60 operatori del settore, descrive il trend nel nostro Paese, indicandone alcune tendenze evolutive.
Lo scorso anno l’Osservatorio ha censito 124 Marketplace: un dato che lascia pensare a quanto sia stato notevole lo slancio imprenditoriale in questo settore.
A fronte di tanto entusiasmo, si nota però anche un processo di riassetto: alcune iniziative hanno già chiuso i battenti a causa delle difficoltà finanziarie incontrate.
La mortalità maggiore si riscontra fra Marketplace autonomi, guidati cioè da gruppi imprenditoriali indipendenti, mentre stanno assumendo rilevanza crescente alcuni Marketplace facenti capo a gruppi bancari che li considerano strumenti sinergici a servizio del corporate banking.
Il comparto risulta ancora molto fluido, vista la fase pioneristica in cui si trova: si può passare così da Marketplace informativi pubblici (il cui scopo è far incontrare on line domanda e offerta) a quelli che danno la possibilità a clienti-fornitori di gestire processi collaborativi lungo la supply chain.
In questo contesto mutevole si possono però individuare tre macro gruppi: il primo costituito da Marketplace ortodossi, la cui funzionalità è sfruttare Internet per creare nuove opportunità di business; il secondo composto da Marketplace che hanno lo scopo di supportare le imprese per svolgere meglio, grazie alla Rete, alcune attività di compravendita; l’ultimo formato da Market che mettono a disposizione delle imprese soluzioni tecnologiche, permettendo alle stesse di sfruttare Internet in modo personalizzato.
E’ quest’ultimo il modello che sembra adattarsi meglio all’azienda italiana, caratterizzata dalla presenza di piccole e medie industrie, anche se le resistenze culturali e tecnologiche ne hanno rallentato l’affermazione.
Qual è lo scenario che si prospetta allora per il futuro e quali indicazioni ne derivano per le imprese utenti? Lo studio di dell’Osservatorio del Politecnico lancia delle indicazioni guida: se per le imprese maggiori gli eMarketplace possono rappresentare canali complementari a quelli già in uso per gestire il complesso delle relazioni di B2b, per le piccole e medie aziende gli Marketplace potrebbero svolgere un ruolo rilevante nell’accrescere la loro dimestichezza con la Rete, riducendo tempi e investimenti per il loro accostamento a Internet.

 
 

Business Video