Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

Social business

Del: 25/07/2007

Creare un mondo libero dalla povertà attraverso imprese sociali, che senza perdite nè dividendi da distribuire si auto-sostengono finanziariamente creando un surplus per ampliare le attività.

L’impegno di Cesvi nel ‘social business’ nasce dalla esigenza di garantire sostenibilità ai propri progetti, affinché l’esperienza portata avanti durante l’intervento abbia un impatto concreto e durevole nel tempo.

Dal Giugno 2004 Cesvi, da anni presente in Perù, e i suoi soci locali promuovono la creazione delle imprese sociali per adolescenti e giovani delle zone urbano-marginali di Lima, attraverso corsi e iniziative imprenditoriali nel campo della panificazione, delle confezioni, della cosmesi e dell’informatica per offrire opportunità concreta di lavoro e un futuro diverso ad oltre 150 ragazzi a rischio di sfruttamento della prostituzione. L’azienda è composta da giovani adolescenti che sono stati esposti o hanno subito un certo tipo di esperienza, violenza o comunque esclusione sociale.
L’aspetto formativo basato sul learning by doing è fondamentale per promuovere lo sviluppo umano tramite una formazione permanente, un’ attività costante in tutta la fase produttiva, poiché l’obiettivo a medio o lungo termine è che i giovani possano gestire in modo autonomo l’azienda sociale. La formazione non si limita a insegnare soltanto le tecniche produttive ma cerca di offrire una formazione integrale della persona, che le permetta di assumere decisioni professionali nel rispetto dei valori fondamentali e costruire un modello societario più equo, affinché i tutti i beneficiari abbiano la capacità di affrontare con dignità il proprio futuro.
Infatti tutti i giovani partecipanti vengono da un contesto socio-economico molto complesso: spesso hanno una bassa autostima di se stessi, alle spalle un vissuto violento e situazioni familiari difficili, fattori che rendono molto delicato l’intervento, dal supporto psicologico e medico alla formazione fino alla creazione di un’opportunità di vita diversa.
Le imprese sociali rappresentano una frontiera tra settore pubblico e privato e una via nuova nella cooperazione economica e sociale con i paesi in via di sviluppo. Ispirate alle diverse forme di organizzazioni sociali di tipo comunitario delle società tradizionali precapitalistiche (laboratori artigianali, proprietà comunali, sistemi indigeni peruviani di lavoro comunitario), si basano sui valori di solidarietà con l’obiettivo di stabilire nuovi vincoli di cooperazione e di lavoro collettivo tra le persone.

 La prima impresa sociale istituita è Yoper, specializzata nella produzione di prodotti freschi di panetteria e pasticceria e fornitrice di raffinati servizi di catering. Ingredienti genuini senza conservanti aggiunti hanno permesso una produzione di alta qualità, distribuita all’ingrosso nei migliori ristoranti, hotels e caffè di Lima.
L’impresa è ubicata a Lima, in una posizione molto commerciale e strategica per la distribuzione dei propri prodotti. Yoper è dotata della più moderna apparecchiatura di panetteria e pasticceria, e conta tre unità di trasporto per la distribuzione dei suoi prodotti. L’azienda ha l’obiettivo di posizionarsi sul mercato del pane e della pasticceria di alto livello del settori socio-economici A e B, con prodotti fatti di ingredienti naturali, di alta qualità, freschi, organici e nativi.
In più, Yoper offre servizi di catering, buffet e coffe-break alle aziende e istituzioni private, garantendo una buona qualità nei prodotti e ad un’attenzione altamente specializzata nel servizio.
In Yoper vengono evidenziati perfettamente tutti i caratteri dell’impresa sociale come è stata pensata nel progetto, compreso il concreto aiuto da parte del settore privato peruviano alla creazione e allo sviluppo del social business attraverso donazioni di materia prima (cemento e mattoni per la costruzione, farina per i prodotti), prestazione di servizi necessari per la costituzione e il funzionamento dell’impresa (consulenza legale, revisione contabile) e donazioni monetarie.

Dopo questa esperienza, Cesvi e i partner locali hanno posto le basi per nuove sfide: la costituzione di un’impresa tessile Artitex specializzata in capi di abbigliamento professionale, tecnico e merchandising; Mystica, salone di bellezza e di acconciature e Baltmore, impresa di turismo responsabile e sostenibile.

Mystica ha avviato la sua attività nel distretto di Villa El Salvador a novembre 2006, con giornate di formazione in cosmetica, taglio e acconciatura. Il suo pubblico è formato quasi esclusivamente dalla comunità del distretto e l’obiettivo futuro è aprire altri saloni di parrucchiere e cosmetica con le stesse caratteristiche.
I prodotti di bellezza si basano sui prodotti naturali delle Comunità d’indigeni dell’Amazzonia peruviana, dove Cesvi sviluppa progetti di conservazione dell’ecosistema della foresta tropicale con la manipolazione sostenibiledelle loro risorse della foresta (1.500 famiglie situate in 36 Comunità nei reparti di Loreto, Ucayali, Junín y Madre de Dios).
Tra forbici, tinte, attrezzi per la manicure e la pedicure, quattro ragazze si stanno prendendo cura dei propri clienti, con affetto e professionalità. Mistyca non sarà solo un semplice salone di bellezza, bensì la rampa di lancio verso la realizzazione di un grande progetto: la creazione di una franchigia sociale, grazie a cui si possano dotare ragazze provenienti dai nostri progetti sociali di un piccolo capitale, delle uniformi, della consulenza per la creazione del loro piccolo negozio, mettendo in moto un circolo virtuoso affinché siano le ragazze stesse a generare nuovi posti di lavoro per altre giovani che stanno cercando di uscire dal giogo dello sfruttamento sessuale.


Artitex
ha iniziato ad operare nel gennaio del 2007 con 21 macchine di cucire semi-industriali ed un’alta qualificazione e specializzazione dei lavoratori.
L’azienda è orientata verso il mercato locale ma ha buone potenzialità di esportazione, in più, ha la capacità di offrire un servizio di preparazione di capi di vestiario nella modalità di pacchetto completo (Full Package).
La sua peculiarità è il genere totalmente femminile, visto che le giovani sono tutte provenienti da esperienze di sfruttamento o violenza sessuale.
Le agguerrite ragazze del Centro hanno saputo approfittare dell’opportunità data loro e ora stanno concorrendo in un mercato difficile a causa della concorrenza cinese, con ottimi risultati, puntando, come tutte le iniziative imprenditoriali del Cesvi in Perù, sull’altissima qualità del prodotto. Molto apprezzato dai clienti è l’approccio delle ragazze al proprio lavoro, basato su due concetti principali: la soddisfazione completa del cliente, attraverso la personalizzazione dei capi da vendere secondo le loro esigenze, e il fatto di non considerarsi semplici venditrici, in quanto consigliano e orientano il cliente verso i prodotti che, anche se meno cari, potrebbero far portare loro con orgoglio il nostro marchio.


 Yacumama, l’unica esperienza di impresa sociale del Cesvi che non vede impegnati dei giovani, bensì una comunità nativa di Baltimore, nell’Amazzonia peruviana. La migliore opportunità per i nativi di approfittare delle incredibili ricchezze naturali concentrate in questo fazzoletto di mondo è proprio quella di rendere partecipe di questa straordinaria bellezza anche chi voglia rispettosamente conoscerla. Da qui nasce l’idea di creare, in un’area in cui già il Cesvi lavora da molti anni per l’utilizzo sostenibile delle risorse ambientali, un percorso di eco-turismo che dia al turista l’opportunità, senza effetti speciali, di vivere alcuni giorni alla maniera della comunità nativa, apprezzando la fauna e la flora amazzonica, e al tempo stesso contribuendo alla gestione sostenibile della foresta. È un’attività che, pur florida, deve rimanere piccola per non incorrere negli inconvenienti tipici del turismo di massa, ma che al tempo stesso non vuole trasformarsi in un’attività d’élite, per poter permettere al maggior numero di persone di poter godere degli spettacoli naturali della zona, come il volo dei pappagalli, le cascate del fiume Tambopata, il birdwatching, la visione di caimani, scimmie, tartarughe e di incredibili specie vegetali.

Le imprese sociali, oltre ad un’opportunità professionale e di reinserimento sociale, rappresentano un contesto in cui i ragazzi possono relazionarsi e confrontarsi condividendo valori di solidarietà e responsabilità e favoriscono il loro reinserimento sociale.
Fondamentale è la partecipazione di un gruppo di professionisti che si occupano della pianificazione della strategia formativa e la gestione della fase di start-up dell’impresa.

Queste imprese, nate dall’elaborazione di studi di mercato e di business plan per verificarne la fattibilità e la sostenibilità hanno, come obiettivo, dopo il completamento del percorso educativo-formativo, quello di reintegrare giovani con la partecipazione ad un’attività di impresa finanziariamente autosufficiente ed autogestita.
La filosofia di queste imprese si basa sul coinvolgimento attivo dei beneficiari per favorire il loro progresso: non solo come lavoratori dell’impresa ma in futuro come quadri dirigenziali, con l’obiettivo di creare dei veri e propri responsabili dell’impresa sociale.

Articoli di marketing correlati:
-La pubblicità sociale
-Piccole e medie imprese per il WWF

 

 

 
 

Business Video