Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

YO VI: un acronimo multi-marca

Del: 27/08/2007

Un concetto nuovo e uno spazio speciale: l’idea della nuova insegna del Gruppo Coin nasce così.
Uno spazio multi-brand con una selezione di marche medio-alte attente alle tendenze attuali per soddisfare le esigenze di look dei ragazzini dai 7 ai 14 anni. Ma anche l’idea di un luogo che vuole sorprendere perché oltre ad essere un punto vendita con scenografie newyorkesi ospiterà spettacoli ed eventi.

Per comprendere a pieno la ricerca che ha portato Nomen a inventare il nome YO VI bisogna incrociare i dati. Ovvero capire come i namewriters siano riusciti a far coincidere un dato tangibile con uno intangibile.
L’anima e il corpo del progetto in un acronimo, che contemporaneamente comunica perfettamente il concept del luogo e va a toccare tutti i concetti leva di comunicazione.

Entriamo nei dettagli.
Partiamo dal punto di vista razionale. Abbiamo un COSA, un luogo multimarca che sembra un angolo di New York, un COME, l’attenzione allo stile versatile e di tendenza, e un CHI, un target di ragazzini dinamici, ma anche un CHI 2, le madri che li accompagnano.
A Nomen la palla del lato più emotivo: il compito di estrarre dal cilindro il nome giusto, allegro, simpatico, innovativo, magari alterato, che strizzi però anche l’occhio alle mamme.
Le aree di ricerca sono tre concetti chiave, ma anche, l’esatta trasposizione verbale del progetto. Il COSA diventa URBAN, il COME diventa COOL e il CHI diventa YOUNG.

I concetti sono stati a loro volta declinati in migliaia di nomi, con un occhio di riguardo all’inglese semplice. E poi quelli migliori sono stati mescolati con l’obiettivo di creare un nome composto.

YO VI è il prescelto, l’acronimo di Young Village. Un nome che è foneticamente freschezza, morfologicamente ritmo e semanticamente la mescolanza tra l’allegria giovane, il glamour pratico e il contesto urbano contemporaneo.
YO VI è il nome giusto, proietta i contorni del punto vendita e colora il target. I ragazzini si sentono protagonisti esattamente come la varietà delle marche presenti nel punto vendita.

Danilo Deninotti
danilo.deninotti@nomen.it

 
 

Business Video