Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

Le nuove community nell’era del Web 2.0.

Del: 18/09/2007

Gli individui tendono naturalmente ad aggregarsi sulla base di interessi comuni. Seneca diceva: “l’uomo è un animale sociale”. Il suo pensiero descriveva l’uomo dell’antica Roma, ma si applica perfettamente anche al cibernauta di oggi. Come accade nel mondo “reale”, le community virtuali riscuotono successo quando riescono a intercettare passioni ed esigenze comuni.

Il mondo delle imprese sta imparando a muoversi nel nuovo scenario del web 2.0, cercando di sfruttarne le logiche a fini commerciali, ma non solo. L’obiettivo è il coinvolgimento, la convergenza e l’attrazione dei consumatori sui valori del brand.
Questa nuova “era” di internet è caratterizzata dalla crescita esponenziale del coinvolgimento dell’utente e, quindi, del consumatore. Il cliente assurge a ruolo cardine in tutte le fasi: dalla progettazione del prodotto all’ideazione del design, dalla creatività alla verifica di possibili brand extension. Queste attività massimizzano l’interazione a valore aggiunto con il target e creano con esso un prezioso rapporto di fiducia.
Inoltre, attraverso le community on line è possibile raccogliere i dati dei clienti, conoscere i gusti e il profilo socio-demografico dei consumatori, monitorarne il comportamento d’acquisto. Individuare i migliori clienti permette di gratificarli con attenzioni e benefit esclusivi volti ad aumentare il senso di appartenenza alla marca e, soprattutto, di definire specifiche attività di marketing per incrementare frequenza di visita e scontrino medio.
Esiste una sostanziale differenza tra i profili raccolti nel punto vendita rispetto a quelli ottenuti attraverso la rete. Questi ultimi sono prevalentemente giovani (meno di 35 anni), non sono necessariamente clienti, ma hanno una caratteristica estremamente interessante: aspirano a far parte del mondo della marca.
Il portale “relazionale” www.MyAlfaRomeo.it costituisce l’esempio emblematico di come si possa dare vita a uno spazio virtuale nel quale invitare e “coccolare” i clienti. Il management lo ha ideato come una “porta di accesso privilegiata per entrare nel mondo Alfa Romeo”.
Si tratta di un’iniziativa di CRM che si inserisce a pieno titolo nel fenomeno Web 2.0. Sfruttando le potenzialità di internet, il progetto mira a coinvolgere la clientela Alfa Romeo, dedicandogli un’attenzione crescente, attraverso l’offerta di vantaggi unici e immediati.
VALUE LAB ha studiato e approfondito gli interessi, i gusti e le aspettative dei clienti Alfa Romeo. Adottando l’approccio “consumatore reloaded”, caratterizzato dal coinvolgimento degli utenti/consumatori, è stata realizzata un’indagine quali/quantitativa per identificare il bouquet di benefit e servizi da implementare. Partendo dalle aspettative emerse durante l’indagine, sono stati delineati i benefit attraverso cui “coccolare” gli utenti di “MyAlfaRomeo”. Il portale offre la possibilità di partecipare a eventi riservati, di beneficiare di sconti, promozioni, anteprime in esclusiva.
Il coinvolgimento dei clienti nell’indagine è stato notevole (quasi il 70% di rispondenti) così come la redemption sulle prime iniziative, segno dell’importanza di stabilire in modo scientifico le modalità per relazionarsi con la propria base clienti accompagnandola all’interno di una completa “brand experience”.

 

Marco Di Dio Roccazzella,
Partner di Value Lab

 
 

Business Video