Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

Cinema e web: ’ Ciak si gira’

Del: 08/10/2007

IBS annuncia oggi di aver acquisito il 60% di MYmovies.it, sito nato nel 2000 che oggi è il più visitato portale di cinema secondo i dati di Nielsen//NetRatings. Nasce così una realtà on line nel settore ENTERTAINMENT con quasi 4 milioni di utenti unici al mese e oltre 35 milioni di pagine viste (dati certificati Nielsen SiteCensus).

“Internet è un ottimo canale di vendita, ma alle spalle ci deve essere una struttura adeguata. – ha dichiarato Alberto Ottieri, Amministratore Delegato di Messaggerie Libri e Presidente di IBS – In Messaggerie abbiamo creduto nella rete sin dagli albori. La nostra strategia è sempre quella di andare dove gli altri ritengono che il mercato non sia ancora decollato e lo facciamo, offrendo una struttura distributiva che in Italia rappresenta oltre 200 editori di cui curiamo in esclusiva la distribuzione. Il web per avere successo deve poter contare su una struttura distributiva e logistica di eccellenza ed è proprio questo quello che fa la differenza in termini competitivi. Uno dei segreti di un’azienda innovativa è saper cogliere al volo le opportunità offerte dalle tecnologie che possono consentire lo sviluppo del business. L’annuncio dell’acquisizione di MYmovies da parte di IBS conferma il nostro voler essere pionieri sempre. Lo abbiamo fatto con successo nel commercio elettronico di prodotti, lo faremo in futuro anche nella distribuzione di contenuti digitali.”

“La produzione di contenuti originali e di servizi di informazione ha caratterizzato il nostro gruppo fin dagli albori di Internet in Italia – ha dichiarato Mauro Zerbini, Amministratore Delegato e Direttore Generale di IBS.IT (Gruppo Messaggerie Libri) – Nel maggio 1996, con la società Informazioni Editoriali, realizzammo il portale librario Alice.it, seguito nel 1997 da Cafeletterario.it. La nascita di IBS.it, nel 1998, si avvantaggiò di questa ampia comunità di lettori cresciuta intorno ad Alice.it e questa è una delle ragioni che ha fatto di IBS fin dalla sua nascita la principale libreria on line italiana. Da allora IBS è diventato il leader italiano anche nella vendita on line di DVD, CD musicali, videogiochi. Nel 2006 abbiamo lanciato il portale di cultura e spettacolo Wuz.it. Oggi il nostro obiettivo è quello di creare un grande polo internet dedicato all’entertainment in tutte le sue espressioni. Ecco perché investiamo in MYmovies.it che è certamente il sito di riferimento per gli appassionati di cinema, che vi trovano informazioni, servizi utili e che in futuro troveranno potenziata la possibilità di vedere o scaricare legalmente film e altri contenuti video, gratuitamente o a pagamento. Parte sicuramente da MYmovies la nostra strategia di ingresso nella distribuzione di contenuti video digitali. Ai film “liquidi” seguiranno poi altri importanti progetti di IBS rivolti all’ascolto e al download di musica liquida.”

“Arte e Internet sono da sempre le mie passioni. – ha concluso Gianluca Guzzo, Amministratore Delegato di Mo-Net, Editore di MYmovies.it – In MYmovies ho trovato il modo di fonderle per creare un sito di cinema che fosse realmente dalla parte del pubblico. E questo solo un mezzo democratico come Internet lo consente. Il claim del nostro logo e il nostro stesso nome rappresenta esattamente quello che facciamo ogni giorno on line, ossia dare agli appassionati di Cinema, che sono milioni in Italia, un luogo dove informarsi, leggere, vedere e scaricare trailer e film, ma anche e soprattutto partecipare attivamente, così come vuole il nuovo fenomeno web 2.0 che mette al centro di tutto “MY”, io. Un luogo quindi che avvicina, molto di più di come può fare la carta stampata, esperti, appassionati e il grande pubblico. Non è un caso che tutti i contenuti, sia quelli del pubblico sia quelli dei critici più famosi sono soggetti a una valutazione reciproca. Tuttavia non siamo solo un sito di contenuti, ma anche di servizi come la programmazione nelle sale di tutta Italia, la MYmovies MovieCard®, l’InfoTV e molti altri ancora tra cui l’appena rilasciato servizio di geolocalizzazione dei cinema in collaborazione con Google. Ma il nostro programma di sviluppo è ancora molto ambizioso e possiamo dire che quelli compiuti sono solo i primi passi di un lungo percorso che sicuramente la fusione con IBS ci permetterà di compiere più speditamente. Il più immediato di questi obiettivi è quello di unire il bacino di utenza delle due realtà in modo da entrare con forza maggiore nel settore della raccolta pubblicitaria che continuerà per noi a rappresentare la quota più significativa dei ricavi e che costituirà per Internet il principale se non unico modello di business. Non è un caso che il CEO di Microsoft, Steve Ballmer ha dichiarato in questi giorni a Parigi che entro i prossimi tre anni la raccolta pubblicitaria costituirà il 25% dei ricavi totali del gigante del software. È proprio l’importanza della pubblicità cambierà nel business di Internet il modo stesso di concepire e proteggere la proprietà intellettuale, il diritto d’autore e la fruizione stessa dei contenuti. Basta guardare agli esempi recentissimi del NewYork Times e del Financial Times che hanno rinunciato al pagamento per la consultazione dei contenuti su Internet per accrescere il numero dei visitatori e di conseguenza la raccolta pubblicitaria.”

 
 

Business Video