Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

Blogosfere a SMAU 2007

Del: 19/10/2007

In corso la 44ª Esposizione Internazionale di Information & Communications Technology, SMAU 2007, con un calendario ricco di appuntamenti online su Smau Channel, web tv in video streaming.

Interessante e stimolante, nella giornata di ieri, il dibattito a cura di Blogosfere, che ha visto come protagonisti alcuni esponenti della social community italiana. “Non siamo nell’era dell’informazione – ha esordito Marco Montemagno, AD di Blogosfere – ma della connessione. La tecnologia si sposta verso le persone e l’unico modo per instaurare un dialogo con loro è conoscere dove vivono, cosa fanno, come si comportano, etc. Dovremmo conoscere, inoltre, sia le persone sia Internet. Il ritmo della nuova generazione è cambiato ed il cambiamento è continuo ed influenza il tempo e lo spazio; e quale mezzo migliore di Internet si rivela così adatto ad modificare l’andamento di questi due fattori? Le aziende – ha concluso Marco Montemagno - non investono molto in Internet perché preferiscono ancora muoversi su un terreno più sicuro quale la pubblicità tradizionale. Invece, dovrebbero investire sui social media, intesi come : sistemi condivisi, partecipati, distribuiti, semplici, personali…come opportunità”.

Ecco una rapida sequenza di alcuni esempi/modelli di business che sono stati argomenti di discussione proposti dai relatori:

  • A differenza del Web 1.0, adesso ognuno di noi potrebbe avere un forte impatto sul mondo. Per esempio, in Inghilterra il Ministero della Salute ha richiesto un feedback, agli ex pazienti degli ospedali, sul trattamento ricevuto, ed il risultato è stato, in assoluta trasparenza, la possibilità di stilare una vera e propria graduatoria delle migliori strutture. Il potere non è l’informazione, ma la condivisione dell’informazione (Michel Voitoux – EMEA Professional Products Sales Manager Sixapart)
  • Bisogna mettere a disposizione degli utenti gli elementi che consentano loro di avere successo, in una logica partecipativa, anche nel modello di business. La comunicazione di un prodotto o di un servizio su un blog, al momento, è quattro volte più efficace di pubblicità tradizionale (Pietro Scott Jovane – Country Manager Microsoft OSG)
  • La produzione di contenuti sul web è un’attività che chiunque può svolgere. Il Web 2.1 è semplicemente diventato di dominio pubblico, la mole informativa ha raggiunto una massa numerica più significativa. La quantità, quindi, ha preso il posto della qualità. Quali gli effetti? Al momento nessuno ha compreso il modo più efficace per sfruttare il fenomeno da un punto di vista finanziario, come modello di business (Massimiliano Magrini – Country Manager Google Italia)
  • Prima gli utenti vivevano il media ascoltando, adesso lo vivono parlando (Massimo Martini – General Manager Yahoo! Italia)
  • Il ruolo degli user generated points è importante: essi rappresentano l’apertura dei mezzi di espressione alla crescita. Al momento, l’Italia ha possibilità di business limitate ad internet (Paolo Barberis – Chairman & Founder Dada).

 

E voi, che ne pensate? Inviateci le vostre opinioni all’indirizzo
community@marketing.net

Deborah Baldasarre

 
 

Business Video