Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

’’La nuova comunicazione politica’’

Del: 20/11/2007


La “Casta” zoppica. Non riesce a trovare le forme di comunicazione per raggiungere gli elettori. Sul web, come giustamente afferma il comico Beppe Grillo non c’è. Ma quale è la realtà oggi della comunicazione politica in Italia?

A questa domanda provano a dare una risposta il sociologo siciliano Francesco Pira, professore di comunicazione pubblica e sociale e relazioni pubbliche dell’Università degli Studi di Udine, ed il giovane esperto di comunicazione Luca Gaudiano, Consulente del Ministero delle Politche Agricole in un volume fresco di stampa.
Esce a fine novembre in libreria il nuovo lavoro di Francesco Pira e Luca Gaudiano, un’edizione aggiornatissima e completamente rivoluzionata del saggio La Nuova Comunicazione Politica, edito dalla FrancoAngeli. Il volume fa il punto sull’evoluzione che soggetti politici e mass media hanno contribuito a produrre, accanto a elementi di sistema non banali, nell’ambito della comunicazione politica.

“Abbiamo voluto dare – spiegano i due autori - il nostro contributo al dibattito sul rapporto tra politica e nuove tecnologie, cercando di mettere in evidenza soprattutto le potenzialità e gli aspetti più innovativi che l’era digitale offre anche alla comunicazione di partiti e candidati, e che dai più non vengono sfruttate, e nemmeno, questa la nostra impressione, studiate e comprese a pieno, anche se nell’ultima competizione elettorale ci è sembrato che siano stati fatti dei timidi passi in avanti. In questo contesto si è cercato di comprendere cosa sta accadendo inaltri paesi, quali le prospettive di indagine e studio e quali i temi che le campagne appena concluse o in partenza in due importanti nazioni come Francia e Stati Uniti possono offrire alla riflessione e sperimentazione della comunicazione politica online italiana”.

La comunicazione , come di evince da questo nuova saggio, diventa sempre più un elemento fondamentale della strategia politica, e si fa sempre più evidente la ricerca del giusto equilibrio tra la necessaria virulenza in un clima perennemente elettorale e il moderatismo necessario a guadagnare il voto d’opinione e quello degli indecisi, in crescita – così come coloro che preferiscono non esprimersi – e che occupano il centro del mercato elettorale, poco inclini a essere influenzati da mobilitazioni di massa, sventolar di bandiere, appuntar di gagliardetti, vestizione di divise e strepiti elettorali.

“Il volume – sottolineano ancora Pira e Gaudiano - si focalizza sulle dinamiche della comunicazione elettorale con un’analisi delle principali conseguenze generate dal varo della nuova legge elettorale il “Porcellum”, e quindi proporre una comparazione tra i modelli di comunicazione adottati, in occasione delle elezioni politiche del 2006, in cui ad affrontarsi, sotto il mantello di regole elettorali nuove e non per questo migliori delle precedenti, due coalizioni, due leader – gli stessi opposti alle elezioni di dieci anni prima – e due modi di comunicare profondamente differenti. Quest’ultimo aspetto, particolarmente significativo, ha visto la sua applicazione in modalità, attività e strumenti di marketing e comunicazione politica, che hanno segnato una vera e propria “divisione” del Paese, prima ancora che in due coalizioni – il risultato elettorale al netto dei meccanismi di assegnazione dei seggi è stato un pareggio – e due leadership”.

Un libro per garantire ai lettori il racconto di un’infinita campagna elettorale, italiana, permanente e mondiale. Politici che entrano ed escono dagli spot in tv, che sorridono nei siti internet, che si costruiscono una nuova identità su Second Life o che raccontano le esperienze di vita e di governo/opposizione su Youtube.
Tutti a caccia del cittadino elettore da raggiungere, convincere, stordire e persuadere.
Il volume spiega le teorie, gli strumenti, le tecniche, ma soprattutto le strategie della Seconda Repubblica, raccontate da chi non solo ha studiato i processi sociologici, ma anche da chi materialmente è stato protagonista di campagne elettorali giocate tra vecchi e nuovi miti.
Un libro utile ai politici, ai dirigenti di partito, agli studenti di Scienze della Comunicazione, Relazioni Pubbliche, Scienze Politiche e Sociologia, ma anche alle cittadine e ai cittadini che vogliono capire trucchi e dinamiche di una disciplina sempre più affascinante.

                                               Deborah Baldasarre

 
 

Business Video