Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

La vodka eco-compatibile

Del: 29/11/2007


La risposta è affermativa e viene dall’America, dove è nata la prima vodka eco-compatibile.
A produrla è la McCormick Distilling Co, un’azienda che dell’ecologia ha fatto la sua bandiera portante, in linea con le ultime tendenze dei consumatori e del mercato.
I risultati parlano da soli: in pochi mesi il brand è diventato popolare in tutto il globo e le bottiglie della 360 Vodka, questo il suo nome, richieste da intenditori e appassionati ambientalisti.

Come spiegano i produttori dal sito, tutta la filiera è “verde”. A cominciare dalle materie prime utilizzate per produrre il liquore, tutte organiche e non chimiche.
Come il grano, coltivato senza diserbanti e in zone vicine alla fabbrica, in modo tale da ridurre i carburanti per il trasporto dai campi nell’azienda.
Per non parlare del processo di combustione, realizzato nel pieno rispetto delle norme dell’agenzia di protezione ambientale degli Usa.
In questo modo, assicurano i vertici dell’azienda, si ottiene un processo più efficace del 200% e una vodka molto più pura. “C’è bisogno di più tempo - si legge sul sito di 360 vodka- ma il risultato finale è un prodotto più gustoso e più sano non solo per l’ambiente, ma anche per il corpo”.

Ma la propensione eco-friendly della McCormick non finisce qui: la carta delle etichette è senza cloro, così come il vetro delle bottiglie (riciclato all’85%) e gli imballaggi, tutti provenienti da materiali di riciclo.
Per quanto riguarda invece i tappi, anche questi sono realizzati con una chiusura che può essere riutilizzata.
Se i consumatori, dopo l’uso, consegnano le bottiglie ai rivenditori, la società dona un euro per ogni pezzo ritirato a un’associazione impegnata nella salvaguardia dell’ambiente.
A completare il circolo virtuoso della McCormick, il sito di 360Vodka, che oltre alle notizie di prodotto e alla forte interazione con gli utenti, fornisce anche notizie in tempo reale sul “termometro” del nostro pianeta, con le ultime news in materia di emissioni, progetti, energie alternative.

Obiettivo dell’azienda è quadruplicare in pochi anni la vendita della vodka organica e sensibilizzare l’opinione pubblica su un tema da sempre discusso come il consumo responsabile di alcol. E magari creare un’alternativa tutta americana alla bevanda più nota della Russia.

Rossella Ivone

 
 

Business Video