Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

I registratori di cassa aspirano a diventare tecnologie della relazione

Del: 09/01/2008

Jeremy Rifkin nell’era dell’accesso citava “Non ci saranno più tecnologie informatiche, ma tecnologie relazionali. Non più tecnologia come strumento di gestione dell’informazione, ma tecnologia come veicolo di relazione”. Questa affermazione è diventata realtà concreta in 10 anni, grazie all’uso diffuso di cellulari, e di pc collegati in rete, tanto più adesso nell’era web 2.0 con gli strumenti di social network. Oggi parliamo ampiamente dell’uso di questi dispositivi come tecnologia principe veicolo di relazione. Non si parla altrettanto di tecnologie meno impattanti a livello personale, perché vissute passivamente, come i sistemi di cassa. La maggior parte degli utenti-consumatori, non dà particolare importanza a questi dispositivi, perché vengono vissuti semplicemente come strumenti finalizzati al pagamento. Eppure c’è una un’evoluzione importante in questi sistemi, che diverrà impattante nei prossimi 2/3 anni.

Tra il 1999 e il 2002 solo in Italia, a causa dell’avvento dell’euro, sono stati cambiati sistemi cassa – che d’ora in poi chiameremo sistemi POS – per 1 milione di pezzi (dati del 2003 di Comufficio). Questo significa, vista la durata media della memoria fiscale di 7 anni, che nei prossimi due anni assisteremo al rinnovo della maggior parte degli strumenti di pagamento esistenti negli esercizi commerciali. Oltre al dato numerico ed economico, che può interessare molte imprese del settore, bisogna evidenziare quanto questa trasformazione vada a considerarsi cruciale per la capacità di innovazione richiesta dall’immediato futuro.
In questi sette anni, gli sviluppi dei sistemi POS hanno gradualmente migliorato la capacità di gestione di backoffice del punto vendita, la capacità di personalizzarsi in funzione del riconoscimento del cliente per mezzo delle carte fedeltà, la capacità di integrarsi a sistemi di pagamento elettronico e di pagamento di carte ricaricabili e bollette.
Ma chi fa investimenti oggi sui sistemi di cassa cosa deve prevedere di poter gestire prossimi sette anni?

È necessario prendere in considerazione i segnali degli investimenti delle più grandi aziende di telecomunicazione e del credito, i bisogni del nuovo consumatore “prosumer”, gli scenari di mercato che si stanno profilando. Due fenomeni prima di tutto possono segnare il cambiamento: i pagamenti con il cellulare e l’applicazione diffusa delle etichette RFID.

Il telefono cellulare è il dispositivo principe della “relazione”. Diffuso tra tutte le fasce di popolazione, è vissuto ormai come strumento indispensabile di rapporti, e non aspetta altro che diventare strumento di scambio del denaro. La tecnologia è ormai in grado di affrontare questa sfida: nei prossimi due anni il cellulare sarà lo strumento principale dei micro-pagamenti (per approfondimenti Nova24 del 22/07/07). I sistemi cassa devono essere pronti a colloquiare con il telefono cellulare. Non solo a recepire il pagamento, ma anche ad identificare, riconoscere e relazionarsi con il proprietario del dispositivo; offrigli promozioni spendibili subito, e comunicazioni personalizzate. In questo ambito si giustificano gli investimenti delle maggiori catene Retailer (Coop, Conad, Carrefour…), ma anche Posteitaliane per entrare nel mercato degli operatori virtuali mobili.

L’etichetta RFID è una innovazione profilata da molti anni ormai, che è vissuta come meno impattante dal punto di vista delle abitudini del consumatore, ma è oggi anch’essa in grado di cambiare molti scenari di riferimento del mercato del consumo. È l’etichetta RFID che infatti, permetterà la maggior parte delle comunicazioni a breve distanza tra dispositivi diversi, ed è l’etichetta stessa a poter contenere la maggior parte delle informazioni di un prodotto o servizio, e a permettere lo scambio del denaro. Se quindi cellulare e sistema POS saranno i dispositivi di relazione, si può dire che l’RFID racchiuderà tutti i dati dell’informazione - il contenuto della comunicazione: dalla tracciatura della filiera di produzione e distribuzione del prodotto, alle modalità di consumo, consigli d’uso ecc …

Ecco quindi che i nostri aspiranti vecchi registratori di cassa, hanno oggi l’occasione di diventare strumenti e tecnologie della relazione. Oggi per i prossimi sette anni per la maggior parte degli esercenti. Quindi, è necessario fare attenzione a valutare subito, tutte le leve che possono permettere di mantenere garantiti gli investimenti in questi dispositivi, in relazione alla rapidità di innovazione del mercato.

Diletta Ciuccetti
Marketing Manager
www.systemretail.it


 
 

Business Video