Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

Pensavo fosse marketing...invece era una chimera

 versione inglese
Del: 30/01/2008


Ancora marketing non convenzionale.

L’argomento continua ad incuriosire, appassionare e interessare gli addetti ai lavori: il tema, infatti, è stato oggetto di una conferenza organizzata da Marcus Evans, per dibattere sulle nuove strategie in grado di coinvolgere il consumatore.

Artigiani del non conventional marketing, Alex Giordano e Mirko Pallera, conosciuti ai più come i Ninjamarketing, hanno aperto la prima giornata di lavori e moderato la conferenza. Mutuando il termine dalla storia, hanno dettato le 10 le regole necessarie per attivare una buona azione di ‘guerrilla’.
Fondamentale è il fatto di non confondere una sorprendente promozione creativa con il guerrilla marketing: risulta necessario soffermasi sul senso più che sull’estetica. Ad oggi, hanno confermato i Ninja, occorre pianificare l’intera campagna di comunicazione integrando vecchi e nuovi media, utilizzando codici e linguaggi diversi per ogni canale.
Risulta ormai una chimera anche associare il low cost con il marketing non convenzionale, molto spesso le creatività, organizzate sulla base degli obiettivi strategici, richiedono competenze e risorse simili a quelle utilizzate per azioni di marketing tradizionale.

Gli approcci e la scelta dei diversi mezzi su cui declinare la creatività dipende ovviamente anche dal target a cui si rivolge il prodotto.
Nokia, quinto brand al mondo per ordine di importanza, e primo tra quelli non americani, ha scelto di avvicinarsi ai giovani italiani con una serie di eventi musicali. Il Nokia Trends Lab, un tour che ha coinvolto l’Italia, ha avuto un gran successo nella serata conclusiva all’Alcatraz di Milano, radunando sotto l’insegna del marchio finlandese migliaia di ragazzi. Nuovi modi di comunicare per business diversi. Mentre prima la conversazione telefonica avveniva chiamando ad un numero associato ad un’abitazione, con il telefono cellulare la telefonata è indirizzata al singolo, oggi si avverte il passaggio della conversazione a tutti i membri della propria community (es.Skype).

Il mercato si evolve e cambiano le tecniche di fruizione. Gianluca Arnesano, autore del libro ‘Viral marketing. E altre strategie di comunicazione interattiva’ ha proposto per i consumatori le 4C: conoscenza, controllo, creazione e condivisione. Sono queste, infatti, le caratteristiche che contraddistinguono la moderna domanda.

Viral Marketing e web 2.0: lontani dal tanto declamato individualismo si è approdati in un’era in cui è la tribù, la community ad essere motore di socializzazione. Appartenenza e partecipazione sono i capisaldi su cui si basa la forza dei moderni social network.
Siamo ad un giro di vite della comunicazione. Non resta che raccogliere tutti gli spunti che sono stati seminati nello spazio e nel tempo ed avviarci verso un nuovo modo di fare marketing.

Serena Poerio

 
 

Business Video