Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

Traygo, la seduta diventa intrattenimento

Del: 06/02/2008



Di forma ovoidale traslucida, la seduta progettata da Giovanna Esposito offre un piano d’appoggio per bicchieri e piattini e può alloggiare nella parte cava indumenti e borse. Può essere spostata all’interno del locale dando vita a isole di aggregazione


Il progetto Traygo di Giovanna Esposito nasce dall’analisi delle diverse modalità di consumo dell’aperitivo all’interno dei lounge bar, con l’obiettivo di ottimizzare lo spazio e migliorare lo spirito di convivialità fra i consumatori. Nei bar lounge, infatti, spesso la dislocazione di sedie e tavoli non favorisce la conversazione tra i clienti e non garantisce un comodo deposito per giacche e accessori; Traygo vuole essere una pratica soluzione a tutto questo. Si tratta di una seduta di forma ovoidale e cava, provvista di un vassoio che funge da piano d’appoggio per cibo e bevande.
Il vassoio - realizzato in nylon come il corpo principale – presenta due vani appoggiabicchieri di diversa forma, in modo da soddisfare tutti i formati disponibili sul mercato, e un vano per alloggiare una vaschetta per alimenti, in materiali usa e getta.
Lo spazio ricavato sotto la seduta trasforma Traygo in un pratico contenitore per indumenti e oggetti personali, sempre a portata di mano e sotto controllo.
La destinazione d’uso – generalmente i lounge bar ma anche tutti gli spazio di ristoro design oriented – hanno richiesto che nella progettazione si tenesse conto dell’aspetto formale, che si presenta decisamente originale – con la sua sagoma a ovoidale – e rifinito nei particolari: a partire dalla scocca centrale, in nylon tirato a lucido e disponibile in differenti colorazioni, anche di contrasto, per integrarsi al meglio con l’ambiente, per arrivare al sedile, realizzato con un’imbottitura in poliuretano rivestito con materiali pregiati.
Le sue dimensioni - 700 x 400 x 450 mm - e l’impiego di un materiale di grande resistenza, ma anche di grande leggerezza come il nylon, consentono a Traygo la massima versatilità: può infatti essere facilmente spostato e posizionato di volta in volta vicino a quello di altre persone dando luogo a vere e proprie isole di aggregazione.

Cesare Mercuri
Articolo tratto da Promotion Magazine 111,novembre 2007

 
 

Business Video