Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

10 suggerimenti per la promozione online di una struttura turistica

Del: 11/02/2008

1. Verificate che il vostro sito sia navigabile anche con modem da 56kb. Purtroppo l’alta velocità, che soprattutto per le agenzie web che realizzano siti web è uno standard, non lo è per la maggior parte dei cittadini. In Italia si stima che quasi il 50% della popolazione non abbia accesso al “web veloce” e non lo avrà per alcuni anni. Una pagina che non compare entro i 2/3 secondi probabilmente verrà abbandonata dall’utente che potrà aprirne un’altra di un altro sito web con pochi velocissimi click.

2. Usate interfacce di navigazione semplici e intuitive. Gli standard dell’usabilità servono a fare navigare i contenuti dei siti in maniera agevolata agli utenti. Rendere i link visibili, riconoscibili  e univoci è già un passo importante, così come aumentare i click per la navigazione. Evitare quindi menu che si compongono in modo artificioso ad esempio con animazioni flash, o che si scompongono in varie posizioni della pagina durante la navigazione. Per approfondimenti: Usabile.it.

3. Rendete ben visibili le informazioni che normalmente gli utenti cercano. Prezzi ed offerte, foto delle struttura, modalità di contatto. Devono essere raggiungibili in ogni pagina e devono essere a portata di click. E devono essere chiare e comprensibili, non schematiche o algebriche (in riferimento a quei siti che usano schemi super articolati dove l’utente deve estrapolare il prezzo con difficoltà e poca sicurezza che sia quello giusto).

4. Esponete foto ben fatte e complete. Non accontentatevi di una foto cartolina nella home page del sito. Gli utenti devono convincersi che la vostra struttura può soddisfarli in toto. Esponete belle foto esaustive degli ambienti, e dettagliate anche i servizi interni ed esterni della vostra struttura (piscina, giardini, sale intrattenimento, bagni, etc.). Esponete foto anche del contesto in cui si trova la struttura e, meglio ancora, dettagliate cosa può trovare l’utente a corto raggio di distanza.

5. Esaltate i punti di forza della vostra struttura. Perché l’utente dovrebbe preferire la vostra a quella degli altri struttura?  Compito del sito è anche questo, non solo foto e caratteristiche, ma anche vantaggi rispetto la concorrenza  e valore aggiunto. Che per molti siti è semplicemente una comunicazione “calda” e “attenta” che fa intravedere l’amore e la passione per la gestione per i propri clienti.

6. Arricchite il sito di contenuti attinenti. Cosa può fare il vostro cliente abituale nel vostro albergo? E nella regione in cui si trova? E nei paesi vicini? E dove può mangiare e cosa? E se volesse fare sport? O fare escursioni? O…

7. Create una newsletter. Se l’utente riceverà periodicamente le vostre comunicazioni per iniziative che potrebbero interessarlo, o gli ricorderete che la vostra struttura ha un’idea vacanza pensata proprio per lui, probabilmente i vostri clienti o possibili tali ci faranno un pensierino. Ma attento: fare una newsletter è facile. Fare email marketing è molto difficile. Scoprirete che differenza c’è tra inviare un’email e vendere con l’email.

8. Realizzate un sito ottimizzato per i motori di ricerca. Il modo migliore per acquisire clienti è farsi trovare quando vi cercano. Un sito ottimizzato per i motori di ricerca è già un ottimo punto di partenza.  Anche Google vi fornisce suggerimenti  in merito, ma probabilmente affidarsi ad una SEO agency è la cosa migliore, o in alternativa far fare un Corso SEO a chi si occupa del vostro sito.

9. Linkate pagine su misura nelle campagne pay per click. Soprattutto se proponete offerte a pacchetto o servizi particolari, non accontentatevi che l’utenti “atterri” nella home page del vostro sito, ma fate in modo che trovi subito le informazioni che cerca. Se queste sono nascoste o poco enfatizzate è probabile che l’utente vi abbandoni. Ma questo è solo il primo di molti consigli per ottimizzare al meglio una campagna pay per click. Ancora peggio se non le trova. Una lettura ai suggerimenti di Google è un buon inizio.

10. Monitorate gli investimenti ed il rientro degli stessi. Se state spalmando un budget di promozione del vostro sito su diversi canali (seo, adwords, portali di settore, banner, email marketing,…), cercate di trovare una stessa strategia di analisi che possa verificare la resa degli stessi. Un metodo relativamente semplice è quello di fissare delle azioni-obiettivo che gli utenti fanno quando arrivano nel vostro sito, ad esempio atterrare nella pagina contatti o compilare un form o inviare un’email. Grazie a software anche gratuiti come Google Analytics, è possibile misurare la quantità di obbiettivi raggiunti relativamente alle campagne fatte, e calcolare un costo/obiettivo che vi consente di comprendere quali siano le migliori campagne/portali di settore/parole chiave AdWords/dem/etc.  su cui continuare a investire e quali invece no.

Andrea Cappello
WMR srl Studio Cappello -  Web Marketing
Il mio blog:  Search Advertising

 
 

Business Video