Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

Neutrality Show

Del: 26/02/2008


La formula è di per sé garanzia di successo: arriva in Italia il primo reality web sulla comunicazione. Se i protagonisti del gioco sono copy e art, account e grafici, persone che ogni giorno fanno del loro lavoro la comunicazione, lo spettacolo promette di essere ancor più interessante. Sei professionisti del settore, per tre giorni chiusi nella Casa della Neutralità, promettono di darsi battaglia a suon di brief e di creatività. Il cast sarà, infatti, impegnato, per gioco, ad accontentare clienti veri, nel difficile obiettivo di redigere piani di comunicazione originali e possibilmente neutrali. Chiusi in una casa, di cui ancora non si conosce la location, saranno sottoposti all’occhio delle telecamere. A tal proposito abbiamo intervistato lo staff di Neutrality Show.
  • Neutrality Show. Il primo reality della comunicazione. Come nasce quest’idea?

    Tutti parlano di comunicazione integrata, ma quello che succede di solito nelle agenzie è che chi conosce bene una disciplina propone quella. Quindi, visto che nella realtà non succede, abbiamo pensato che sarebbe divertente vedere professionisti che "ci provano" per vincere un premio. E se questo succede sotto gli occhi delle telecamere e in diretta, sarà ancora più divertente.

  • Un gioco, ma anche un’ occasione di confronto tra i diversi operatori del settore. Come è stato selezionato il’cast’?

    Sono state selezionate le candidature spontanee di persone arrivate sia sul sito www.nuetralityshow.it sia in seguito al passaparola. L’obiettivo era di avere un professionista per ogni disciplina, e nel contempo coprire tutte le professionalità: l’account, il copy, l’art, il webbista... perché lo scopo finale e’ quello di fare progetti completi.

  • Agenzia e cliente sotto la lente. Finalmente un’originale occasione in cui i due mondi potranno far incontrare le loro esigenze ed obiettivi?

    I Clienti ci hanno inviato dei bellissimi brief, quindi di certo stanno giocando con noi, ma sotto la lente è chi lavora all’interno dell’agenzia. Magari nella prossima edizione recluteremo i direttori marketing...

  • Quali i meccanismi del gioco che, secondo lei, daranno più filo da torcere ai partecipanti?

    Ogni giorno ci sarà un brief da gestire e una presentazione da preparare. Ma naturalmente deve essere uno spettacolo, quindi non mancheranno gli imprevisti. Insomma, saranno tanti gli elementi di disturbo. Come il fatto, per esempio, di dover inventare una campagna in mezzora per lo sponsor del pranzo...

Serena Poerio

 
 

Business Video