Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

Nielsen Online: navigatori stabili ma più assidui

Del: 26/02/2008


Nielsen Online
, leader globale nelle analisi e ricerche su Internet, comunica i dati ufficiali relativi allo scenario internet in Italia nel mese di gennaio 2008.

Il primo mese del 2008 vede consolidarsi il dato di utenza internet raggiunto a fine 2007: 23 milioni di navigatori si sono connessi al web almeno una volta nel mese da casa o ufficio, diventano 24,3 milioni includendo gli utilizzatori delle applicazioni internet, come l’instant messenger o i programmi per scaricare musica e film.
Utenti sostanzialmente stabili quindi rispetto al mese di dicembre, ma decisamente più assidui: in media ciascun navigatore ha trascorso online due ore in più (quasi 22 ore nel mese contro le 20 ore circa di dicembre), 3 sessioni in più al mese (sono 32 a gennaio, oltre una sessione al giorno) e visualizzano 170 pagine in più (1.600 contro le 1.430 di dicembre).
Anche il confronto con il mese di gennaio del 2007 rileva un trend di crescita nei consumi del mezzo: in particolare il tempo speso online è cresciuto del 18% (erano 18 ore e 30 minuti lo scorso anno) e le pagine viste del 20% (erano circa 1.300).

“Analizzando le categorie di siti più visitate nel mese di gennaio, emerge un utilizzo della rete che richiama ai più classici ‘propositi del nuovo anno’: la ricerca di un nuovo lavoro o di una nuova casa, l’attenzione alla salute e alla forma fisica, le valutazioni sulla propria situazione finanziaria e sull’opportunità di nuove forme di risparmio o finanziamento, per finire con il desiderio di iniziare il nuovo anno con una bella vacanza” commenta Ombretta Capodaglio, marketing manager Nielsen Online.
L’incremento più significativo di traffico si registra infatti nei siti dedicati alla ricerca di lavoro, visitati nel mese da 3,7 milioni di utenti (+53% rispetto a dicembre). I siti per la ricerca immobiliare superano a gennaio i 2 milioni di utenti, con un incremento del 40% rispetto al mese di dicembre. I siti dedicati alla salute, al benessere e alla forma fisica registrano una crescita di utenti del 13%, attirando 5,2 milioni di visitatori. Molto visitati a gennaio anche i siti di informazione finanziaria (4 milioni di utenti, +10%) e i siti di viaggi, che in generale crescono del 4% e superano i 13,6 milioni di utenti unici nel mese. All’interno della categoria travel, incrementano l’audience in particolare i siti di mappe e informazioni di viaggio (+7%), i siti delle compagnie aeree (+9%) e le crociere (+37%), che riprendono dopo la pausa autunnale.

Come di consueto nel mese di gennaio molti italiani fanno ricorso a internet per il disbrigo degli adempimenti di inizio anno, quali il pagamento del canone Rai, il pagamento del bollo auto e le altre scadenze fiscali. La sezione informativa sull’abbonamento di Rai.it è stata visitata da 770 mila utenti (erano stati 500 mila a gennaio 07), il sito di Agenzia delle Entrate, con 1,7 milioni di visitatori, ha incrementato del 48% la propria utenza rispetto a dicembre e del 15% rispetto allo scorso anno, mentre il sito dell’ACI ha richiamato oltre 900 mila visitatori, raddoppiando l’utenza del mese di dicembre pur senza replicare il picco di 1,2 milioni registrato nel gennaio 2007.
“Questo fenomeno non è una novità della rete: da alcuni anni si evidenzia nel mese di gennaio una quota significativa di utenza che si informa, scarica la documentazione e calcola gli importi online. Quello che emerge negli ultimi due anni è che una parte consistente di questi utenti - circa il 44% quest’anno - effettua anche i pagamenti online. Sono infatti 340 mila gli utenti che visitano il sito Taxtel, canale preferenziale per il pagamento via internet del canone RAI e oltre 400 mila quelli che visitano la sezione del sito ACI dove è possibile effettuare il pagamento del bollo auto” aggiunge Ombretta Capodaglio.

Analizzando la classifica dei siti più visti nel mese, va rilevato che per la prima volta Google supera la soglia dei 20 milioni di visitatori (20,2 milioni per l’esattezza, con un incremento del 2% rispetto a dicembre), con una penetrazione dell’83% sul totale dei navigatori attivi totali e dell’88% sui navigatori web. Dopo il calo del mese di dicembre, a gennaio riprende il trend positivo di Wikipedia, che recupera il 13% di utenza e raggiunge 8,6 milioni di utenti. Forte crescita anche per YouTube (7,8 milioni, +11%) e Blogger (6,2 milioni, +13%) che entra per la prima volta nella top ten dei siti più visti.
Si segnalano anche le forti crescite di La Repubblica e Il Corriere della Sera (+13% e +17% rispettivamente) tra i siti di news e di Mediaset e RAI (+14% e +29% rispettivamente) tra i broadcaster televisivi.

 
 

Business Video