Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

Fuorisalone, fuori l’innovazione…

Del: 17/04/2008

Non posso esimermi dal dedicare un pensiero allo straordinario Fuorisalone 2008 di Milano. Parola d’ordine: emozionare.

Con le fragranze che conducono su ‘magici’ lettini ad acqua, accarezzati da abili massaggiatrici orientali, in ambienti in cui la cromoterapia è d’obbligo; con le originali forme di Franco Poli, e la sua seduta relax a dondolo, che si trasforma nella poltroncina fissa ‘Gongolo’; con le forme luminescenti dei designer Setsu, Shinobu Ito, JorVelluto ed altri, alla ricerca di inaspettate interpretazioni, di evoluzione, sperimentazione ed innovazione. Un’alcova come spazio di socializzazione, cucine compatte che possono adattarsi ai ristretti spazi metropolitani, e persone pronte a regalare abbracci ai passanti.
E non dimentichiamo la comunicazione non convenzionale del Frozen che si è tenuto in piazzale Cadorna, una specie di flash mob realizzato grazie al social networking: i partecipanti all’iniziativa sono congelati in silenzio…Tenutosi nelle più grandi città del mondo, è sinonimo di community, di innovazione e di emozione.

 

 

 

 

 

 

 

Mentre l’Italia lentamente si riprende dall’emozione delle elezioni politiche, e il Vaticano accusa l’ennesimo trauma della condanna di un ecclesiastico per pedofilia, Milano pullula di allegra e gioiosa creatività nazionale ed internazionale.
Uno schiaffo alla miseria, considerando le quotazioni delle opere, ma anche un altro alla deprimente cronaca del BelPaese.

Deborah Baldasarre

 
 

Business Video