Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

Motori Dpixel, nuove risorse per le start-up

Del: 18/04/2008


Già tra i fondatori della società Vitaminic (divenuta poi Buongiorno), Gianluca Dettori è tra i promotori di una nuova iniziativa imprenditoriale. Dpixel è un’azienda di recente fondazione che punta ad incentivare in Italia le venture capital. La sua mission è individuare i più significativi talenti italiani nel settore dell’hi-tech, con particolare attenzione al digital media, potenzialmente in grado di avere successo all’estero, in particolare nei mercati emergenti. Nata da un’idea di Dettori e dei suoi soci Martini, Gonella e Concolino, Dpixel punta a seguire le start-up nelle prime fasi di sviluppo (gli investimenti “seed” ed “early stage”), scovare e seguire i giovani imprenditori, reduci dagli alti e i bassi della new economy, che sta emergendo a livello globale e che per sfondare spesso hanno bisogno sia di investimenti finanziari sia di un supporto manageriale operativo e strategico.

Il seed capital non è particolarmente diffuso in Europa e in Italia. Manca un’offerta strutturata e professionale di finanziamenti e di sostegno alle start-up nel campo dei media digitali. Nel nostro Paese il Venture Capital è ancora sottodimensionato rispetto al potenziale e alle esigenze dell’economia nazionale.
Dpixel intende fornire consulenza finanziaria e strategica alle società che vogliono investire in innovazione e new media. L’obiettivo è cercare, valutare e proporre opportunità di investimento e disinvestimento a investitori professionali che, beneficiando della significativa esperienza in questi settori del team Dpixel, mirano a un elevato tasso di rendimento degli investimenti.
“Fare investimenti seed oggi richiede una forte competenza industriale e operativa oltre all’investimento meramente finanziario in grado di supportare l’imprenditore nella fase più delicata d’avvio della propria attività - ha dichiarato Dettori - Dseed, il fondo evergreen di cui siamo advisor, raccoglie capitali internazionali da investire nell’innovazione. Gli investimenti, che sono nell’ordine delle centinaia di migliaia di euro, sono sostenuti da una forte attività di supporto da parte del nostro management team”.

Il criterio di selezione degli investimenti di seed capital premia le start-up che hanno bisogno di capitale per iniziare le loro attività o per sviluppare, espandere e rinnovare il loro business attuale. Questa attività non comporta solo un iniziale investimento di denaro “liquido” ma anche il supporto operativo e strategico.
“Intendiamo cogliere le opportunità di business offerte dalla digitalizzazione di massa dei contenuti e dei processi e, al contempo, stimolare il potenziale d’innovazione italiano - ha sostenuto Massimo Martini, socio con Dettori - Noi cerchiamo innovazione che sappia sfruttare il grande valore dei media digitali in tre aree chiave: contenuti, piattaforme tecnologiche e distribuzione. Cerchiamo altresì imprenditori con idee vincenti e competenze manageriali nei settori che conosciamo meglio: musica, digital media, applicazioni Web e piattaforme tecnologiche software”.
Dpixel conta oggi 5 investimenti al suo attivo, ma punta a raggiungere e sviluppare un portafoglio stabile di partecipazioni di minoranza qualificate di circa 20 società entro la fine del 2009. I seed capital sono i primi fondi finanziari a cui un imprenditore accede per lanciare una nuova attività. Il fondo di investimento pubblico acquisisce una partecipazione di rilevanza nel capitale dell’impresa per sostenerne il lancio, il risanamento o lo sviluppo economico e commerciale. L’operazione non ha una scadenza ma si prolunga sino al momento in cui le condizioni di redditività sono ristabilite. L’agevolazione consiste nella definizione preventiva del prezzo di uscita dal capitale sociale.

Articolo tratto da Spazio Impresa

 
 

Business Video