Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

Premio Takunda – Vincere con la solidarietà

Del: 30/05/2008


Un succedersi di emozioni, culminate con i gesti dei ragazzi del Teatro dell’Arcobaleno e con le parole di Angelica Calò Livné e Samar Sahhar, che hanno ricevuto il riconoscimento per la categoria Progetto, hanno caratterizzato la quinta edizione del Premio Takunda, organizzato da Cesvi per premiare le iniziative di solidarietà internazionale che si sono maggiormente distinte.

La Fondazione Beresheet LaShalom ha, infatti, ricevuto il Premio Takunda 2008 per il suo progetto teatrale e ha rappresentato alcuni minuti dello spettacolo Beresheet, di teatro-danza, frutto dell’incontro tra le diverse culture che compongono l’arcobaleno da cui prende simbolicamente il nome la compagnia.

È stata conferita una Menzione d’onore al Maestro Daniel Barenboim, direttore d’orchestra di fama internazionale, che oltre ai suoi meriti artistici si è distinto per la fondazione, insieme all’intellettuale palestinese Edward Said, della West-Eastern Divan Orchestra. Il progetto coinvolge un centinaio di giovani musicisti israeliani, palestinesi, libanesi, siriani, giordani ed egiziani ed è inteso come uno spazio di discussione aperto, in cui giovani da Israele e da tutti i paesi arabi possano confrontarsi ed esprimersi liberamente, attraverso la musica. Il Maestro non ha ritirato personalmente il premio perchè impegnato in tournée a Buenos Aires, ma è stato presente attraverso le sue parole di pace lette dalla voce di Lella Costa.

La serata si è aperta con l’incursione comica del Trio Medusa, che ha ricordato, con leggerezza, l’instancabile lavoro di Elizabeth Tarira, direttrice dell’Ospedale Saint Albert in Zimbabwe. Sono seguiti momenti di riflessione e di poesia, messa in musica dai Radiodervish, con il loro delicato metissage mediterraneo e mediorientale.

I Premi per le altre 4 categorie (Protagonista sul campo, Comunicazione, Azienda, Bergamo per il mondo) sono stati assegnati dalla Giuria d’onore, composta da opinion leader dell’informazione, della cultura e del settore non profit:

  • PROTAGONISTA SUL CAMPO – Orzala Ashraf, fondatrice di HAWCA, organizzazione afgana che da anni lavora per prestare aiuto alla popolazione civile e per la ricostruzione e lo sviluppo del paese.
    Nello specifico si occupa di servizi e attività a favore di donne e bambini afgani e, in particolare, promuove l’educazione statale di base per bambini e bambine in tutto il paese, specialmente nelle zone più remote, svolge attività di counselling, di assistenza sanitaria e di promozione dei diritti umani.
  • AZIENDA – TNT che, con il proprio Programma School Feeding incoraggia la frequenza scolastica e contemporaneamente vuole alleviare il problema della malnutrizione infantile mediante la fornitura di pasti nelle scuole. L’iniziativa ha anche generato un altro progetto di solidarietà: uno dei dipendenti di TNT coinvolti nel programma, Giuseppe Pellegrini, Indoor Sales di TNT Express Italy, al suo ritorno dal Gambia ha dato vita al progetto "Ortoins(i)eme per parlare, cambiare, giocare". Questo progetto coinvolge scuole genovesi e scuole gambiane con un duplice scopo: educativo, per comprendere i meccanismi dell’orticoltura e della corretta alimentazione e solidale, per sostenere la creazione di orti scolastici nel paese africano.
  • BERGAMO PER IL MONDO – Una biblioteca per l’ospedale di Man – Associazione Sguazzi, riceve il riconoscimento per il bergamaschi che lavorano per la solidarietà nel mondo. La Biblioteca ha lo scopo di fornire ai medici di Man, in Costa d’Avorio, la possibilità di lavorare con strumenti adeguati al loro aggiornamento, senza essere costretti ad emigrare in Occidente, restando così ad assistere la popolazione ivoriana.
  • TESTIMONIAL – Modena City Ramblers, premiati per la partecipazione come testimonial del progetto “Make Music Not Walls” realizzato da Ucodep per garantire il diritto all’educazione e alla salute dei giovani palestinesi di Betlemme e Hebron. L’iniziativa ha come obiettivo la realizzazione di un percorso musicale di gioco-studio per i bambini in età compresa tra i 9 e i 13 anni, per migliorarne il benessere psicofisico attraverso la realizzazione di corsi. Lo storico gruppo di combat-rock ha chiuso la serata con le note di speranza ed impegno di “Oltre la guerra e la paura”.

 
 

Business Video