Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

www.eyesontheplanet.org

Del: 28/06/2008

Parla il linguaggio dei giovani, fresco, diretto ed emozionale, il contest fotografico online Eyes on the Planet, promosso da Gruppo Manfrotto e Connexia con il patrocinio di WWF, Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus, Provincia e Assessorato al Tempo Libero del Comune di Milano.

Eyes on the Planet (www.eyesontheplanet.org) si rivolge alle giovani promesse del mondo della fotografia e ai semplici appassionati, italiani e stranieri, di età compresa fra i 18 e i 35 anni con il duplice obiettivo di offrire loro concrete opportunità di visibilità e formazione, e promuovere, attraverso uno strumento immediato ed emozionale come la fotografia, la sensibilità ambientale.

Come spiega Francesco Bernardi, CEO di Gruppo Manfrotto, azienda leader mondiale nell’ideazione, produzione e distribuzione di treppiedi e accessori per i mercati della fotografia, del video e dell’intrattenimento da anni in prima linea a favore dell’ambiente: “Abbiamo colto con entusiasmo la sfida di Eyes on the Planet: da anni implementiamo pratiche e politiche atte alla salvaguardia dell’ambiente, alla sicurezza sul lavoro, alla qualità dei prodotti offerti, tenendo fede all’impegno preso verso le comunità di stakeholder a cui guardiamo con vivo e costante interesse. I giovani ne rappresentano una parte importante: spronarli a diventare virtuosi, aiutandoli a guardare con occhi diversi il mondo che li circonda significa riflettere con sensibilità e lungimiranza sulle trasformazioni che sta vivendo il nostro pianeta, invitando anche noi stessi a nuovi comportamenti eco-compatibili e rispettosi della natura”. E aggiunge: ”In ottica più propriamente aziendale, crediamo fortemente che i progetti di social responsability facciano molto bene al brand Manfrotto perché motivano i consumatori ad acquistare i nostri prodotti rispetto a quelli di aziende meno sensibili ai temi socio-ambientali; allo stesso tempo rendono più’ positiva l’immagine dell’azienda per i collaboratori, incentivando la loro produttività. Gli effetti positivi di tali progetti, se opportunamente comunicati, arricchiscono il brand di valori nuovi e attuali, che differenziano ulteriormente dai competitor”.

Attraverso dinamiche di viral marketing, le foto possono essere inviate come cartoline virtuali agli amici, fungendo da richiamo per gli utenti della rete che ancora non hanno votato.
Grazie alla collaborazione con MSN e Windows Live, inoltre, i fotografi in gara possono localizzare il proprio scatto direttamente su una mappa virtuale, realizzata grazie a Virtual Earth, la piattaforma Microsoft di mappatura del territorio. Gli utenti web, navigando sul planisfero, potranno visualizzare le immagini in concorso, corredate da informazioni sull’opera e sull’autore.

“Abbiamo scelto le mappe di MSN per due ragioni molto semplici - spiega Massimo Cortinovis, presidente di Connexia fra i promotori dell’iniziativa – . La prima risiede, ovviamente, nella scelta di valorizzare i contenuti del sito e del concorso stesso. Per sua natura, Eyes on the Planet abbraccia il mondo: dare la possibilità agli utenti di vedere dove sono state scattate le foto, consente loro di avere la percezione dell’internazionalità che sta dietro al contest e, in ottica socio-ambientale, evidenzia in modo più diretto e tangibile i disagi o le meraviglie su cui si può e si deve intervenire. La seconda ragione non poteva prescindere dall’ elevata qualità delle risorse cartografiche di Microsoft, già partner, fra l’altro, dell’iniziativa. Le A.P.I (n.d.r application programming interface) di cui sono dotate le mappe MSN hanno permesso una facile integrazione secondo tecniche di mesh up all’interno del sito di Eyes on the Planet”.

Per partecipare basta registrarsi sul sito www.eyesontheplanet.org e caricare entro il 30 settembre la propria foto in digitale scegliendo fra le quattro categorie proposte: environment (immagini che sottolineano come fenomeni che ci sembrano trascurabili possano causare disastri di ampia portata); people (esempi di solidarietà e coraggio); climate (scatti che testimoniano come i mutamenti climatici abbiano un impatto disastroso sul nostro pianeta) e food (perché la tutela dell’ambiente passa attraverso quella del territorio d’origine dei prodotti alimentari).

Si può dare il proprio contributo anche votando le immagini in concorso. Le preferenze del pubblico votante daranno vita a una vera e propria classifica, parallela a quella della giuria tecnica. Ai vincitori saranno offerte borse di studio per corsi di formazione professionale e non, opportunità di stage e attrezzature fotografiche. Gli scatti più belli saranno messi all’asta e i proventi devoluti a favore dei progetti che WWF e Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus stanno portando avanti in Amazzonia, per la salvaguardia dell’albero della noce del Brasile.

Eyes on the Planet si avvale inoltre del sostegno e della collaborazione di importanti atenei e istituti di fotografia - IED Milano, Istituto Italiano di Fotografia di Milano, Scuola di Fotografia di Napoli e Società Umanitaria –, oltre al supporto di prestigiose testate quali Fotografia Reflex, Gente Viaggi, Qui Touring e Studenti Magazine. MSN & Windows Live sono gli online media partner dell’iniziativa. Tra gli altri partner del contest figurano Nikon, da sempre, nel mondo, sinonimo di fotografia di alto livello, l’agenzia fotografica Corbis, le guide Lonely Planet, tradotte in italiano da EDT, e T-Logic, leader nell’enjoy tecnolology e nell’audio e video digitale. Il regolamento del concorso è scaricabile da www.eyesontheplanet.org

 
 

Business Video