Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

Disney chiude il parco su Internet

Del: 01/07/2008


Migliaia di fan sul piede di guerra contro Disney. Il gruppo ha infatti deciso di chiudere il suo parco virtuale su Internet. Virtual Magic Kingdom (Vmk, cioè Regno Magico Virtuale) chiude definitivamente i battenti dopo essere stato online per tre anni. Il gioco, gratuito, era stato lanciato nel 2005, in coincidenza con il cinquantesimo anniversario della nascita del primo parco Disneyland a Anaheim, a sud di Los Angeles, in California.

All’ insolita vicenda ha dedicato ampio spazio anche il Wall Street Journal, spiegando che per la Disney l’impresa di chiudere il parco virtuale risulterà difficile, visto il carattere storicamente ’’ossessivo’’ dei fan dei parchi a tema disneyani, che difficilmente ’”mollano”. Andare in giro per il parco virtuale è molto semplice: basta creare un avatar, proprio come su Second Life, e poi si può passeggiare per le strade di Tomorrowland, la città del futuro. Affollata di alter ego virtuali degli utenti è anche Main Street, l’arteria principale del parco, che -come in quello reale - rappresenta la strada centrale di una tipica cittadina americana di provincia.
C’e’ poi la possibilità di ’”chattare” con altri fan della Disney, di partecipare a concorsi (virtuali e non), vincendo accessi ai parchi reali o guadagnandosi la possibilità di acquistare gadget e mobili per decorare la casa, ovviamente virtuale, dell’avatar.

Virtual Magic Kingdom ha però un grosso difetto, almeno per l’azienda: è totalmente gratuito e fa quindi concorrenza ai siti a pagamento della Disney, come Club Penguin e Toontown, che costano ambedue un abbonamento di circa 10 dollari mensili. Un portavoce del colosso, John Spelich, ha spiegato al quotidiano finanziario che il Virtual Magic Kingdom era stato progettato per esistere al massimo 18 mesi, e che è stato tenuto in vita molto più a lungo del previsto. E poi ci sono altri siti più popolari, come Club Penguin o Disney Fairies.

In realtà Virtual Magic Kingdom sembra essere vittima del suo successo: nel 2006 gli utenti erano oltre un milione e ancora oggi sono diverse decine di migliaia, tra le 7 del mattino (ora del Pacifico) e le 10 di sera, l’orario di apertura del sito. Decine di persone hanno manifestato nei giorni scorsi di fronte ai cancelli della sede della multinazionale a Burbank, nei pressi di L.os Angeles. Ma la Disney non cambia idea: nei prossimi giorni verranno cancellati i profili online degli utenti e tutte le loro proprietà virtuali.

Rossella Ivone

 
 

Business Video