Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

L’online banking in Europa: dati a confronto

Del: 05/04/2004

Secondo gli ultimi dati rilasciati da Nielsen//Netratings, in Europa l’online banking continua la sua crescita prendendo piede in molti mercati europei nonstante il clima economico turbolento di questo periodo.
Durante il mese di ottobre 2002, 18.6 milioni di europei hanno visitato il sito di una banca online o di una società di credito edilizio: una crescita di 3 milioni di utenti in 6 mesi!
L’utilizzo dell’online banking non è però omogeneo se si considerano i dati dei diversi mercati europei.
Olanda e Svezia guidano la penetrazione dell’online banking, seguite da alcuni tra i più grandi mercati europei.
In Olanda il 97% degli utenti dei siti finanziari utilizza anche i servizi di online banking, in Germania la percentale scende a 60%.
La situazione italiana è sicuramente ad uno stadio di maturità meno sviluppato rispetto agli altri mercati europei.
Ma la costante crescita del settore finanziario malgrado le avversità congiunturali (i visitatori unici ai siti finanziari crescono dell’ 8% ad ottobre 2002 rispetto ad un anno prima) indica le potenzialità di un comparto che può tramutare Internet in uno dei canali privilegiati di intermediazione. Ecco alcuni dati a conforto.
Nel secondo trimestre del 2002, 5 milioni di italiani hanno visitato siti finanziari (di informazione, di trading online, siti bancari, assicurativi).
Di questi il 56% ha avuto accesso alle aree riservate agli utenti registrati (https) di siti bancari.
Nel terzo trimestre dell’anno questa quota arriva al 63%.
Se ne evince pertanto-commenta Alessandra Gaudino, Senior Analyst Nielsen//Netratings-che il tasso di penetrazione dell’Internet banking in Italia stia gradualmente crescendo e che sempre più italiani demandino ormai al canale digitale molte delle operatività una volta espletate agli sportelli della propria banca.”
Il panorama delle Banche online ad ottobre 2002 vede tra i siti più visitati quelli di Fineco, Banco Posta, Intesa, Monte dei Paschi e San Paolo IMI.
La graduatoria premia la capacità di Fineco di essersi posto come first mover nel settore conquistandosi agli esordi quote di mercato che gli Istituti di Credito tradizionali, giunti in ritardo, faticano ancora ad erodere.
Anche il caso di Banco Posta è illuminante di come sia stato strategico presidiare il canale Internet con proposte accattivanti e mirate ad un target, quello dei giovani, molto in sintonia con la rete.
L’altro fenomeno importante nello scenario della finanza online è IngDirect che, con la sua offerta mono-prodotto canalizzata solo tramite il Web ed il telefono, ha saputo attrarre molti navigatori drenando capitali dai conti correnti offline e online.
 
 

Business Video